12/10/2015

La Molisana Patto di Ferro «Si vince solo con la filiera»

Integrazione della filiera in un setto re caratterizzato da una sempre maggiore concentrazione delle realtà produttive e azioni di marketing territoriale per valorizzare il distretto agro alimentare locale e competere insieme su scala globale : si muove su queste direttrici la strategia del pastificio La Molisana, rinato dalle proprie ceneri e riaffermato si come brand dal prof ilo nazionale ed internazionale dopo l’acquisizione d al parte del gruppo Ferro nel 2011. Mugnai da quattro generazioni, i Ferro hanno acquisito il centenario pastificio dopo che, reduce da tre fallimenti in quattro anni, La Molisana «era scomparsa dagli scaffali», spiega l’amministratore delegato Giuseppe Ferro.

da CorrierEconomia del 12.10.2015

Filiera produttiva La mossa, che ha permesso il completamento della f iliera produttiva dal grano alla tavola, è stata una risposta agli sviluppi recent i d el set tore, che «si st a concent rand o, con a zi end e sempre pi ù g ra nd i» , dice Ferro. All’inzio, il contesto compe- titivo sembrava però tutt’altro che favorevole: «È stata una mission impossible. Il mercato in Italia era già delin eato, con i segmenti già occupati». Attraverso politiche di riposizionamento e rebranding, con il lancio di nuove linee di prodotto, il restyling del packaging e politiche di prezzo aggressive, in quattro ann i l’azienda ha recuperato terreno, diventando il quarto pastif icio in Italia, presente nel 70% dei punti vendita del Paese. L’azienda conta oggi oltre 150 dipendenti – con 23 appena assunti; per il 2015, il fatturato previsto è tra i 138 ed i 148 milioni di euro. La crescita è stata aiutata da una maggiore focalizzazione sull’export: «Nel primi cinque mesi del 2015 siamo cresciuti del 64% all’estero e del 24% in Italia. Siamo presenti in 50 Pa es i», sp ie ga Fe r ro. L’a ccele rata ver so i me rcati esteri è tra gli obiettivi strategici dell’azienda: «L’idea è di arrivare ad un 50% del fatturato sull’estero (ora è 30-32%) ed un 50% in Italia», aggiunge. Il se gm ento che cresce maggiormente, dice l’amministratore delegato, «è quello dell’alta qualità». Così, l’azienda punta a «fare un prodotto di eccellenza ad un prezzo ragionevole: d obbi am o fa re le Ferrari della pasta, con altissim a qual i tà e un bel li ssi m o packaging», sottolinea Ferro. L’altra fondamentale direttrice di sviluppo dell’azienda attiene la responsabilità sociale d’impresa, declinata in chiave di valorizzazione del terri- torio e di creazione di una rete informale di aziende agroalimentari m oli sa ne. « Oggi nel conte sto globa l e n on si co m p ete pi ù tra a zi ende , ma tra gruppi di imprese, territori. È necessario mettersi in rete per com petere» , spi ega Rossella Ferro, direttore marketing de La Molisana e sorella di Giuseppe. Il Molise, però, «fatica ancora a trovare un posizionam ento nell’i mm agi na ri o. Spesso se ne parla come di un territorio vergine, vocato all’agricoltura». Poiché, prosegue, oggi « i consumatori danno grandissim a i m port a nza a ll a prove- nienza territoriale del prodotto agroalimentare», a guidare le strategie di comunicazione dell’azienda è stata l’idea di valorizzare il territorio e veicolare il marchio attraverso il carattere loca le: «Abbi amo deci so di mettere in cam po azioni di marketing territoriale, operando una sintesi tra la responsabi lità socia le d i i mpresa e la nostra attività caratteristica», dice Rossella Ferro. A febbraio l’azienda ha avviato una campagna sulle tv nazionali, a cui è stato abbinato un programma chiamato Molis e Calling, con incontri con buyer e inf luencer tradizionali e del web. Network Il progetto ha richiamato l’attenzione degli enti locali, che sono diventati presto partner, nell’am bito di un mix pubblico-privato. Soprattutto, l’iniziativa ha permesso di creare una rete informale tra aziende del territori o: «Con Molise Calling abbiamo creato, noi capof ila, un network con a lt ri produ ttori di e ccellenza. Mettersi in rete crea sinergie, valori, innovazione diffusa», conclude Ferro.

Categorie : Grocery News

Leggi le altre news