News

11/11/2016

La logistica in conto terzi vale quasi 80 mld nel 2016

“Il mercato italiano della logistica in conto terzi vale 79,8 miliardi di euro nel 2016, con fatturato in crescita dell’1,2% dopo due anni chiusi in rialzo (+2,6% nel 2015 e +1,4% nel 2014) grazie a fattori come l’aumento del traffico, il trend positivi dell’export e una tiepida ripresa del pil”. Il quadro emerge dall’Osservatorio Contract Logistics della School of Management del Politecnico di Milano presentato ieri.

Milano Finanza

Continua a leggere

Categorie: Grocery News

11/11/2016

Number1 al politecnico per il contract logistics 2016 il prossimo 10 novembre a Milano

Il Direttore Generale di Number1 Davide Villani alla Tavola Rotonda dedicata all’evoluzione del mercato della logistica nazionale. Capillarità del network, Controllo e Multicanalità tra i punti di forza della Azienda parmense leader nella logistica integrata. Sempre maggiori servizi per offrire risposte effcienti ed evolute alla propria clientela.

ParmaToday

Continua a leggere

 

Categorie: Number1 News

08/11/2016

Villani: “Smart vuol dire essere capillari h24”

Sarà il Direttore Generale di Number1 Logistics Group Davide Villani a portare l’esperienza maturata dalla nota azienda parmense leader nel settore della logistica specializzata, al Contract Logistics 2016 in programma all’Aula Magna dell’Università di Milano-Bicocca (Edificio U6), il prossimo 10 novembre, sul tema “L’Innovazione Tecnologica e Digitale per una Logistica sempre più smart”.
Il Sussidiario.net
07/11/2016

Passaggio in India a colpi di merendine: ora Bauli tenta l’avventura asiatica

Passaggio in India per la famiglia Bauli. Dopo un lungo percorso di acquisizioni che ha ampliato il perimetro del gruppo famoso per i pandori, ora la famiglia veronese scommette su nuovi mercati. “Stiamo costruendo uno stabilimento in India per le merendine- spiega il presidente Alberto Bauli- che inaugureremo nel 2017.”

Corriere Economia

Continua a leggere

 

Categorie: News

04/11/2016

Ab Inbev non resiste al fascino del made in Italy

Nella Food Valley parmense ognuno fa il suo. Ognuno contribuisce a tenere alto il nome del made in Italy gastronomico nel mondo, all’avanguardia per progresso tecnologico e qualità delle materie prime. E Mutti, a Parma, vuol dire inequivocabilmente conserve di pomodoro: il brand è l’unica azienda di marca in Italia a occuparsi solo di pomodoro, con lo scrupolo di chi controlla attentamente ogni passaggio della filiera, dai luoghi di produzione (che distano mediamente solo un centinaio di chilometri dai centri di produzione) fino alla selezione finale.

Gambero Rosso

Continua a leggere

 

Categorie: Grocery News

03/11/2016

Icam al top con il cacao 4.0

Ventiquattro ore al giorno, sette giorni su sette. Ciclo continuo del resto necessario per ammortizzare l’investimento effettuato, oltre 60 milioni di euro. Ma a distanza di cinque anni è ormai chiaro che per Icam, leader mondiale nel cioccolato biologico, la scommessa è stata vinta. Il raddoppio della capacità produttiva, realizzato con un impianto da 30mila metri quadri costruito ex-novo inserendo le più avanzate tecnologie, in gran parte già 4.0, ha consentito all’azienda lecchese di avviare un percorso di crescita continua, che di anno in anno produce nuovi record di ricavi e bilanci in utile (reinvestito).

Continua a leggere

Il Sole24Ore

Categorie: News, Grocery News

02/11/2016

Le eccellenze da salvare

Prima le imprese. Quando un territorio è messo in ginocchio dal terremoto, realizza presto che – per ripartire- le priorità non possono che essere due. Le scuole. E, appunto, le imprese. Non che sia facile rimandare gli interventi alle chiese e alle torri medioevali, alle rocche e agli edifici storici. Ma tant’è. Se le imprese chiudono, se non c’è più lavoro, allora la gente se ne va. Lo Hanno capito subito gli abitanti di Norcia, di Visso, e di tutti i paesi colpiti dal terremoto.

Continua a leggere

Corriere della Sera

Categorie: Grocery News

01/11/2016

Montanucci (Carlsberg): “Logistica integrata essenziale per un’efficienza sostenibile”

Carlsberg Italia “ha implementato da tempi il full outsoucing nella sua logistica, sia nelle attività di stabilimento sia nella terziarizzazione dell’ultimo miglio”, spiega Riccardo Montanucci, Customer Supply Chain Director della consociata italiana del gigante danese della birra. L’Italia è un quadrante di mercato speciale per la logistica di Carlsberg: “Operiamo su un doppio network, il primo destinato a grossisti e grande distribuzione organizzata, il secondo al mondo retail, per il quale abbiamo creato Carlsberg Ho.Re.Ca”.

Continua a leggere

IlSussidiario.net

 

 

Categorie: Number1 News

Pagina 2 di 212