News

25/11/2017

NUMBER1 SOSTIENE IL BANCO ALIMENTARE IN NOME DI UNA LOGISTICA SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE

Sabato 25 novembre: nella Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, l’Azienda leader nel settore della logistica, sempre più impegnata sul fronte della Solidarietà

NUMBER1 SOSTIENE IL BANCO ALIMENTARE IN NOME DI UNA LOGISTICA SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE

RENZO SARTORI, Presidente NUMBER1: «La Sostenibilità deve diventare ‘buona pratica’ per ogni azienda: anche la Logistica può e deve fare la propria parte. Necessario un cambio di mentalità per progettualità e azioni sostenibili. Fieri di essere accanto al Banco Alimentare».

COMUNICATO STAMPA

Parma, 25 novembre 2017

L’obiettivo è quello di una Logistica sempre più sostenibile. NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della Logistica integrata, sempre più impegnata per raggiungere questo importante obiettivo, è anche quest’anno accanto alla FONDAZIONE BANCO ALIMENTARE Onlus per la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare in programma sabato 25 novembre 2017, in oltre 13.000 supermercati

La Sostenibilità è un tema chiave di cui si parla da tempo, ma la domanda più importante da porsi è: Chi se ne deve occupare? La risposta emersa dagli studi eseguiti dall’Osservatorio Digital Innovation del Politecnico di Milano, da anni partner di NUMBER1 per quanto riguarda la ricerca socio economica, è semplice: le Istituzioni e le Imprese. La sostenibilità è priorità strategica, non solo tema di filantropia, ma entra nella strategia aziendale si traduce in azioni. Questa è una consapevolezza sempre più chiara nella quale entrano in gioco concetti come valori condivisi, redditività, e aspetti ambientali e sociali.

Per NUMBER1 tutto ciò si traduce in impegno programmatico grazie ad alcune azioni mirate e significative originate dai dati sempre più allarmanti: nel 2050 saranno 9,6 miliardi gli abitanti della Terra per il cui sostentamento sarà necessario un aumento del 70 percento della produzione agricola, con uno sfruttamento già potenziato al massimo che ha gravemente danneggiato il 20 percento del suolo. La produzione di cibo contribuisce al cambiamento climatico per il 31 percento del totale delle emissioni, più del riscaldamento e dei trasporti. A fronte di questi dati allarmanti è evidente che le politiche agroalimentari e le strategie perseguite dalle imprese del settore debbano giocare un ruolo sempre più di rilievo.

«Sul tema della sostenibilità non possiamo tirarci indietro – spiega l’ing. RENZO SARTORI, Presidente di NUMBER1 Logistics Group –. La Sostenibilità deve divenire “buona pratica” di ogni azienda, declinata in base ai settori di operatività. In questo anche il settore della Logistica può e deve fare la propria parte: per noi, essere sostenibili significa innanzitutto metterci a disposizione di iniziative come quella attivata dal Banco Alimentare in questa importante giornata di sabato 25 novembre, ma significa soprattutto adottare un cambio di mentalità per essere sostenibili in ogni fase della nostra attività: nuove tecnologie “smart” per una logistica sempre più green; nuovi processi orientati alla Circular Economy; soluzioni di packaging sostenibile; modelli di riutilizzo e ridistribuzione delle eccedenze a fini sociali, considerando che 5,6 milioni di tonnellate di cibo rappresentano l’eccedenza alimentare e quindi lo spreco; ed infine, diventando parte attiva in programmi di sensibilizzazione e inclusione sociale».

Il Banco Alimentare è una realtà che opera su tutto il territorio nazionale attraverso l’attività di 21 magazzini locali e grazie al supporto di 1.878 volontari. Ogni giorno è impegnato a recuperare alimenti che per le ragioni più diverse non possono più essere commercializzati e li distribuisce alle strutture caritative che aiutano i poveri. Per esempio: in Emilia Romagna, la Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna ONLUS (FBAER) attraverso il lavoro di 789 strutture caritative convenzionate, assiste quasi 140 mila persone in difficoltà, e solo nello scorso anno ha movimentato oltre 7 milioni e mezzo di alimenti.

In occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, NUMBER1 fornirà a Parma i servizi per il trasporto degli alimenti a lunga conservazione donati durante la giornata, mentre durante l’anno supporta l’attività dell’intera Rete Banco Alimentare, agevolando i trasporti delle eccedenze donate a Banco Alimentare dalle aziende agroalimentari, dalla grande distribuzione e dalla ristorazione.

«Il sostegno di Number1, giunto ormai al terzo anno consecutivo, è davvero un aiuto prezioso – dichiara MARCO LUCCHINI Segretario Generale della Fondazione Banco Alimentare­–. La nostra collaborazione, durante l’anno e durante questa giornata, nata da una grande amicizia, ci permette di abbattere del 20% i costi del trasporto e incrementare la distribuzione degli alimenti offerti alle strutture caritative, che sono oltre 8.000 in tutta Italia».

Per dare un aiuto concreto NUMBER1 quindi, sosterrà la colletta alimentare, in 128 punti vendita a Parma e provincia, dove Number1 ha la propria sede;

– Si farà carico del costo dei padroncini che verranno messi a disposizione dalla Azienda per tutta la giornata della colletta, sabato 25 novembre, per il recupero dei prodotti dai supermercati di Parma e Provincia e la consegna nel Magazzino del Banco all’Interporto;

– metterà a disposizione dopo la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, i propri servizi di raccolta e navettamento al mero valore di costo per il restante territorio nazionale;

– Raccoglierà la disponibilità delle persone di NUMBER1 di Parma che volessero partecipare come volontari a uno dei turni di 2 ore che verranno organizzati davanti ai supermercati coinvolti nell’iniziativa

Categorie: Comunicati Stampa

25/11/2017

Number1 sostiene il banco alimentare in nome di una logistica sempre più sostenibile

L’obiettivo è quello di una logistica sempre più sostenibile. Number1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della Logistica integrata, sempre più impegnata per raggiungere questo importante obiettivo, è anche quest’anno accanto alla Fondazione Banco Alimantare Onlus per la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare in programma sabato 25 novembre 2017, in oltre 13.000 supermercati.

ParmaToday.it

Continua a leggere

Categorie: Number1 News

25/11/2017

Colletta Alimentare, oggi la spesa si fa con il cuore

Oggi si celebra la ventunesima Giornata nazionale della Colletta alimentare. Per tutta la giornata, all’interno di 135 punti vendita distribuiti tra città e provincia, oltre duemical volntari saranno impegnati nella raccolta dei prodotti alimentari (riso, olio, legumi, sughi, biscotti, alimenti per l’infanzia) donati da chi si recherà a fare spesa.

Gazzetta di Parma

Continua a leggere

Categorie: Number1 News

24/10/2017

Venti di Sfide. 19 ottobre, Camera di Commercio di Roma

FOTO GALLERY

Dopo Napoli, Padova e Milano si è svolta il 19 ottobre 2017 alla Camera di Commercio di Roma, la quarta tappa del Roadshow di NUMBER1 Logistics Group con il Convegno dal titolo «20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY », occasione per celebrare i primi 20 anni di NUMBER1 ed insieme per riflettere sul futuro di una Logistica sempre più green. Ecco qualche scatto dei momenti più significativi…

Categorie: Eventi Number1

23/10/2017

20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY

Categorie: Rassegna stampa

20/10/2017

RINNOVATO IL CONTRATTO TRA NUMBER1 LOGISTICS GROUP E BARILLA

Siglato il rinnovo del contratto che da quasi due decenni lega NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader italiana nella logistica integrata per i beni di largo consumo, a BARILLA, azienda globale internazionale leader nel primo piatto, prodotti da forno, sughi.

Un rinnovo estremamente significativo da più punti di vista perché costituisce una partnership estremamente importante tra due aziende leader e perché avviene dopo vent’anni di collaborazione. Per la prima volta BARILLA ha voluto che NUMBER1 fosse coinvolta nelle proprie attività progettuali apportando un contributo condiviso, a conferma che vede in NUMBER1 un operatore di logistica con cui lavorare in maniera integrata, secondo un approccio non solo di servizio – di “commodity”–, ma capace di attivare percorsi perfettamente efficienti, innovativi e funzionanti  attraverso i quali far giungere ogni proprio prodotto nei mercati.

 

Rassegna Stampa

Repubblica – Affari&Finanza, 23 ottobre 2017, pag. 22

ParmaRepubblica.it, 20 ottobre 2017, online

Gazzetta di Parma, 19 ottobre, pag. 5

GazzettadiParma.it, 18 ottobre 2017, online

LungoParma.com, 18 ottobre 2017, online

Matiastanea.gr, 18 ottobre 2017, online

ParmaQuotidiano.info, 18 ottobre 2017, online

ParmaToday.it, 18 ottobre 2017, online

Distribuzione Moderna, 18 ottobre, online

GeosNews.it, 18 ottobre 2017, online

 

 

 

Categorie: Rassegna stampa

20/10/2017

IL PREMIO “IL LOGISTICO DELL’ANNO 2017”

Sezione Innovazione in Ambito Tecnologico va a NUMBER1 LOGISTICS GROUP PER IL PROGETTO “ALL IN” DEDICATO AL COPAKING

Milano, 20 Ottobre 2017, ore
Presso L’Auditorium Gio Ponti di Assolombarda (via Pantano 9 a Milano)

COMUNICATO STAMPA

Milano, 20 ottobre 2017

Assegnato a NUMBER1 Logistics Group oggi venerdì 20 Ottobre a Milano presso l’Auditorium GIO PONTI di Assolombarda in Via Pantano 9, il Premio “IL LOGISTICO DELL’ANNO 2017”  Sezione Innovazione in Ambito Tecnologico, organizzato da Assologistica, per il Progetto “ALL IN”.

Questo Premio rappresenta per NUMBER1 Logistics Group, leader italiano nella logistica integrata per i beni di largo consumo, la conferma della volontà di puntare sull’innovazione: l’azienda parmense infatti con forte convinzione ha investito nella Linea Robotizzata che gli ha valso il “Premio Logistico dell’Anno” della scorsa edizione. NUMBER1 è nuovamente protagonista nell’innovazione con il Progetto “ALL IN” che vede l’Azienda sostituirsi alle proprie committenti in quasi tutte le fasi del copacking (confezionamento). Esperimento già attivo con Mellin (azienda del gruppo Danone leader nell’alimentazione infantile) per cui il Progetto “ALL IN” gestisce tutti gli step relativi al repackaging: design, production (acquisto imballi), planning ed execution, lasciando solo la fase di creativity alla responsabilità della committente.

Tra i benefici ottenuti per Mellin, la riduzione dei costi complessivi di gestione, un decremento del livello di scorte di imballi, minori errori sugli ordinativi, vantaggi a livello di cash flow, riduzione dei componenti utilizzati grazie alla standardizzazione e ottimizzazione del processo.

«ALL IN è la proposta che NUMBER1 offre alle Aziende nel mondo del repackagingha commentato il Presidente di NUMBER1 Logistics Group RENZO SARTORI –. Grazie a questo progetto siamo in grado di seguire le aziende lungo tutto il percorso dalla progettazione all’acquisto di imballi e alla creazione e all’execution. Il Progetto “ALL IN” è stato già sposato con successo dalla Multinazionale MELLIN alla quale ha garantito notevoli vantaggi. Questo ci ha convinto che la strada dell’innovazione passa sicuramente per la tecnologia applicata all’automazione, ma soprattutto può aprire nuovi fronti sul versante dell’efficienza e della sostenibilità, riducendo costi, scorte imballi, e migliorando le nostre performance in termini di velocità ed efficienza. Con questo progetto quindi ci prefiggiamo di aumentare la produttività, di offrire più flessibilità ai nostri clienti e, contestualmente, garantire riconfezionamenti e servizi di elevata qualità».

“ALL IN” prevede in NUMBER1 la presenza di una “fabbrica del confezionamento”, che mediante l’automazione dei processi, consente una modellizzazione e standardizzazione dell’unità di copacking con un nuovo sistema di scheduling di reparto:  NUMBER1 punta a consolidare e ampliare questo progetto, in quanto si sposa ed è funzionale all’automazione nel repackaging, settore nel quale ha già investito realizzando la linea robotizzata con braccia antropomorfe per la creazione di espositori destinati alla Grande Distribuzione Organizzata.

Un altro investimento innovativo del quale questo Premio riconosce il valore e che conferma NUMBER1, player italiano leader nella logistica.

Cattura
Andrea Sacchi – Marketing Manager Number1 ritira il premio.

 

 

Categorie: Comunicati Stampa

19/10/2017

20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY

NUMBER1 A ROMA PER FESTEGGIARE I “PRIMI 20 ANNI” E COGLIERE LE NUOVE SFIDE DELLA LOGISTICA ALL’INSEGNA DELL’INNOVAZIONE E DELLA SOSTENIBILITA’.

SARTORI, Presidente di NUMBER1: «La sostenibilità è la sfida più grande per garantire futuro: un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Vice Ministro NENCINI: «Necessario investire nelle infrastrutture, in sinergia tra pubblico e privato».

On. DE CASTRO: «L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future; è chiaro il nesso con produttività e sostenibilità».

 

NOTA STAMPA

Roma – Camera di Commercio, 19 ottobre 2017

Dopo Napoli, Padova e Milano si è svolta stamani alla Camera di Commercio di Roma, la quarta tappa del Roadshow di NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della logistica integrata con il Convegno dal titolo «20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY », occasione per celebrare i primi 20 anni di NUMBER1 ed insieme per riflettere sul futuro di una Logistica sempre più green. È stato il Presidente di  NUMBER1 Ingegner RENZO SARTORI, ad aprire l’appuntamento con i saluti ed i ringraziamenti ai presenti:

«Siamo qui – ha salutato il Presidente RENZO SARTORIperché NUMBER1 in questi “primi” vent’anni è diventata leader nel settore del Grocery con 600 mila metri quadri di magazzini in Italia, oltre 4.000 persone che vi lavorano, oltre 1.200 trasporti giornalieri e 55 punti di distribuzione, che si traducono in un fatturato di 260 milioni di euro, a copertura del 17 percento del mercato. Un patrimonio che abbiamo “ereditato” e che siamo tenuti a custodire e sviluppare. Per questo la nostra più profonda gratitudine va a quanti, prima di noi, l’hanno pensata, costituita, guidata e a quanti l’hanno traghettata lungo questi vent’anni, con il loro lavoro e con la stessa passione che anche noi mettiamo in campo ogni giorno. Essere qui oggi è stato per noi un momento di “festa”, ma soprattutto un momento di riflessione che ci consente di guardare al futuro per mettere a fuoco le sfide con le quali dovremo confrontarci. Vogliamo infatti continuare un percorso che è da sempre nelle corde di NUMBER1: rimanere nel proprio mercato, ma sempre più specializzati e soprattutto sostenibili. Perché un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Dopo i saluti è stata la volta degli interventi di alcuni dei Clienti da vent’anni in partnership con l’Azienda: PAOLO BARILLA Vice Presidente BARILLA; MARIO PREVE Presidente RISO GALLO; PIERLUIGI BOLLA Amministratore Delegato VALDO SPUMANTI.

A seguire, è stata presentata la Relazione del Professor ALESSANDRO PEREGO Responsabile Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, dal titolo “Innovazione per la sostenibilità alimentare:  le nuove opportunità per il settore Food  e le future sfide di NUMBER1”.

«La domanda di partenza è una: Come si fa a non parlare di sostenibilità oggi? Un tema chiave di cui si parla da molto tempo – ha iniziato la sua relazione il Prof. Perego – ma chi se ne deve occupare? La risposta che danno i cittadini è: le istituzioni e le imprese. Non è quindi solo un problema solo delle istituzioni e le aziende lo comprendono: la sostenibilità è priorità strategica, non solo tema di filantropia, ma entra nella strategia aziendale si traduce in azioni. Questa è una consapevolezza sempre più chiara. E cambia anche il valore aziendale con i quale la si misura: entrano in gioco concetti come valori condivisi, capacità di mettere insieme indicatori di redditività, ma anche gli aspetti ambientali e sociali e anche capaci di misura dell’impatto sociale».

Partendo dalla Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile – programma d’azione articolato in 17 obiettivi per porre fine alla povertà, proteggere il Pianeta e garantire la prosperità di tutti – il Professor Perego ha articolato la sua relazione attraverso alcuni passaggi nodali:

La centralità del settore agroalimentare per la sostenibilità globale: nel 2050 saranno 9,6 miliardi gli abitanti della Terra per il cui sostentamento sarà necessario un aumento del 70 percento della produzione agricola, con uno sfruttamento già potenziato al massimo che ha gravemente danneggiato il 20 percento del suolo. La produzione di cibo contribuisce al cambiamento climatico per il 31 percento del totale delle emissioni, più del riscaldamento e dei trasporti. A fronte di questi dati allarmanti è evidente che le politiche agroalimentari e le strategie perseguite dalle imprese del settore giocano un ruolo sempre più di rilievo.

La sostenibilità deve sempre più divenire leva di competitività delle imprese agroalimentari: significa adottare politiche decisionali che considerino l’efficienza economica, la tutela dell’ambiente, l’attenzione alla ricadute sociali. Ne consegue che la sostenibilità deve diventare fattore integrato alla visione strategica dell’azienda, allargando i suoi confini alla revisione dei processi operativi e all’integrazione di pratiche innovative volte allo sviluppo di business interamente sostenibili. E lo strumento abilitante per giungere a questo traguardo è l’innovazione.

L’innovazione a servizio delle imprese per la sostenibilità agroalimentare. Queste la nuove sfide per le imprese del settore: nuove tecnologie “smart” per una logistica sempre più green; nuovi modelli di filiera corta e valorizzazione delle produzioni locali; nuovi processi e prodotti orientati alla Circular Economy; soluzioni di packaging sostenibile; modelli di riutilizzo e ridistribuzione delle eccedenze a fini sociali, considerando che 5,6 milioni di tonnellate di cibo rappresentano l’eccedenza alimentare e quindi lo spreco; programmi di sensibilizzazione e inclusione sociale.

A corollario della relazione sono stati inoltre presentati alcuni casi applicativi di innovazione per sostenibilità nel settore agroalimentare con particolare attenzione alle start up.

Durante la Tavola Rotonda, moderata dal Professor Alessandro Perego – alla quale hanno preso parte DAVID SASSOLI, Europarlamentare Vice Presidente del Parlamento Europeo; LUIGI SCORDAMAGLIA, Presidente Federalimentare; ROBERTO MARSELLA, Investment Director CDP Equity – PAOLO DE CASTRO, Europarlamentare Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo ha dichiarato:

«C’è sempre un’errata concezione del rapporto tra innovazione e tradizione in agricoltura, come se fossero due aspetti contrapposti. In realtà in agricoltura dobbiamo guardare alle tradizioni come ad innovazioni ben riuscite. L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future ed esiste un chiaro nesso fra innovazione, produttività e sostenibilità.

Sviluppare soluzioni che combinano tutti e tre questi elementi consente agli agricoltori di produrre alimenti sicuri, sani e accessibili a tutti nel modo più sostenibile possibile. Le sfide che oggi l’agricoltura si trova a dover affrontare sono straordinarie: dai cambiamenti climatici alle difficoltà di produrre in territori con scarse risorse idriche; dall’aumento della popolazione al cambiamento delle diete per centinaia di milioni di individui che oggi hanno accesso a redditi più alti e orientano di conseguenza i loro acquisti alimentari. L’innovazione necessaria a vincere queste sfide non è solo nell’adozione di tecnologie digitali o nelle tecniche che consentono di creare nuove varietà vegetali, è anche nell’organizzazione e nella collaborazione degli agricoltori tra loro».

Ha concluso la mattinata di lavori Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti RICCARDO NENCINI:

«Dobbiamo investire molto nelle infrastrutture, soprattutto quelle dell’ultimo miglio che colleghino il ferro ai porti perché nei porti passa il 70-75 percento di merci italiane, e investire nel cargo aeroportuale per fare in modo che ci sia una grande piattaforma italiana tra Milano, Verona e i grandi porti dell’Adriatico – Venezia, Trieste fino a Ravenna – che catturi la possibilità di avere un ruolo molto importante per l’Italia all’interno della Via della Seta.

Per quanto riguarda gli investimenti tra pubblico e privato: «Gli investimenti cominciano a diventare importanti dopo un precipizio – calo del 32 percento – che si era aperto tra il 2008 e il 2014. Oggi cominciano a risalire soprattutto per quanto riguarda la viabilità su gomma e su ferro; grandi investimenti anche nei porti italiani. Per quanto riguarda gli investimenti privati, molto importanti le autostrade e la sinergia tra pubblico e privato».

 Presidente NUMBER1 Renzo Sartori

In primo piano il Viceministro Riccardo Nencini

 

Categorie: Comunicati Stampa

25/09/2017

19-10| ROMA – VENTI DI SFIDE

^4E619EE2A1D00660F0D3D3F985B1949000A616C3AAE3BF59C9^pimgpsh_fullsize_distr

Categorie: News

11/09/2017

Associated British Foods compra Acetum, leader balsamico Igp

Associated British Foods (Abf), quotato al London Stock Exchange, annuncia l’accordo per l’acquisizione di Acetum spa, principale produttore italiano di Aceto Balsamico di Modena Igp (Indicazione Geografica Protetta). Cesare Mazzetti rimarrà presidente, Marco Bombarda direttore del business. I marchi di Acetum includono Mazzetti, Acetum e Fini.

Acetum produce anche glasse balsamiche, aceto di vino e di mela e ha realizzato nel 2016 vendite per 103 milioni in oltre 60 paesi. Il completamento dell’operazione è al vaglio Antitrust in Germania e in Austria.

ANSA

Continua a leggere

Categorie: Grocery News

Pagina 5 di 24« Prima...34567...1020...Ultima »