News

19/10/2017

20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY

NUMBER1 A ROMA PER FESTEGGIARE I “PRIMI 20 ANNI” E COGLIERE LE NUOVE SFIDE DELLA LOGISTICA ALL’INSEGNA DELL’INNOVAZIONE E DELLA SOSTENIBILITA’.

SARTORI, Presidente di NUMBER1: «La sostenibilità è la sfida più grande per garantire futuro: un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Vice Ministro NENCINI: «Necessario investire nelle infrastrutture, in sinergia tra pubblico e privato».

On. DE CASTRO: «L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future; è chiaro il nesso con produttività e sostenibilità».

 

NOTA STAMPA

Roma – Camera di Commercio, 19 ottobre 2017

Dopo Napoli, Padova e Milano si è svolta stamani alla Camera di Commercio di Roma, la quarta tappa del Roadshow di NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della logistica integrata con il Convegno dal titolo «20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY », occasione per celebrare i primi 20 anni di NUMBER1 ed insieme per riflettere sul futuro di una Logistica sempre più green. È stato il Presidente di  NUMBER1 Ingegner RENZO SARTORI, ad aprire l’appuntamento con i saluti ed i ringraziamenti ai presenti:

«Siamo qui – ha salutato il Presidente RENZO SARTORIperché NUMBER1 in questi “primi” vent’anni è diventata leader nel settore del Grocery con 600 mila metri quadri di magazzini in Italia, oltre 4.000 persone che vi lavorano, oltre 1.200 trasporti giornalieri e 55 punti di distribuzione, che si traducono in un fatturato di 260 milioni di euro, a copertura del 17 percento del mercato. Un patrimonio che abbiamo “ereditato” e che siamo tenuti a custodire e sviluppare. Per questo la nostra più profonda gratitudine va a quanti, prima di noi, l’hanno pensata, costituita, guidata e a quanti l’hanno traghettata lungo questi vent’anni, con il loro lavoro e con la stessa passione che anche noi mettiamo in campo ogni giorno. Essere qui oggi è stato per noi un momento di “festa”, ma soprattutto un momento di riflessione che ci consente di guardare al futuro per mettere a fuoco le sfide con le quali dovremo confrontarci. Vogliamo infatti continuare un percorso che è da sempre nelle corde di NUMBER1: rimanere nel proprio mercato, ma sempre più specializzati e soprattutto sostenibili. Perché un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Dopo i saluti è stata la volta degli interventi di alcuni dei Clienti da vent’anni in partnership con l’Azienda: PAOLO BARILLA Vice Presidente BARILLA; MARIO PREVE Presidente RISO GALLO; PIERLUIGI BOLLA Amministratore Delegato VALDO SPUMANTI.

A seguire, è stata presentata la Relazione del Professor ALESSANDRO PEREGO Responsabile Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, dal titolo “Innovazione per la sostenibilità alimentare:  le nuove opportunità per il settore Food  e le future sfide di NUMBER1”.

«La domanda di partenza è una: Come si fa a non parlare di sostenibilità oggi? Un tema chiave di cui si parla da molto tempo – ha iniziato la sua relazione il Prof. Perego – ma chi se ne deve occupare? La risposta che danno i cittadini è: le istituzioni e le imprese. Non è quindi solo un problema solo delle istituzioni e le aziende lo comprendono: la sostenibilità è priorità strategica, non solo tema di filantropia, ma entra nella strategia aziendale si traduce in azioni. Questa è una consapevolezza sempre più chiara. E cambia anche il valore aziendale con i quale la si misura: entrano in gioco concetti come valori condivisi, capacità di mettere insieme indicatori di redditività, ma anche gli aspetti ambientali e sociali e anche capaci di misura dell’impatto sociale».

Partendo dalla Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile – programma d’azione articolato in 17 obiettivi per porre fine alla povertà, proteggere il Pianeta e garantire la prosperità di tutti – il Professor Perego ha articolato la sua relazione attraverso alcuni passaggi nodali:

La centralità del settore agroalimentare per la sostenibilità globale: nel 2050 saranno 9,6 miliardi gli abitanti della Terra per il cui sostentamento sarà necessario un aumento del 70 percento della produzione agricola, con uno sfruttamento già potenziato al massimo che ha gravemente danneggiato il 20 percento del suolo. La produzione di cibo contribuisce al cambiamento climatico per il 31 percento del totale delle emissioni, più del riscaldamento e dei trasporti. A fronte di questi dati allarmanti è evidente che le politiche agroalimentari e le strategie perseguite dalle imprese del settore giocano un ruolo sempre più di rilievo.

La sostenibilità deve sempre più divenire leva di competitività delle imprese agroalimentari: significa adottare politiche decisionali che considerino l’efficienza economica, la tutela dell’ambiente, l’attenzione alla ricadute sociali. Ne consegue che la sostenibilità deve diventare fattore integrato alla visione strategica dell’azienda, allargando i suoi confini alla revisione dei processi operativi e all’integrazione di pratiche innovative volte allo sviluppo di business interamente sostenibili. E lo strumento abilitante per giungere a questo traguardo è l’innovazione.

L’innovazione a servizio delle imprese per la sostenibilità agroalimentare. Queste la nuove sfide per le imprese del settore: nuove tecnologie “smart” per una logistica sempre più green; nuovi modelli di filiera corta e valorizzazione delle produzioni locali; nuovi processi e prodotti orientati alla Circular Economy; soluzioni di packaging sostenibile; modelli di riutilizzo e ridistribuzione delle eccedenze a fini sociali, considerando che 5,6 milioni di tonnellate di cibo rappresentano l’eccedenza alimentare e quindi lo spreco; programmi di sensibilizzazione e inclusione sociale.

A corollario della relazione sono stati inoltre presentati alcuni casi applicativi di innovazione per sostenibilità nel settore agroalimentare con particolare attenzione alle start up.

Durante la Tavola Rotonda, moderata dal Professor Alessandro Perego – alla quale hanno preso parte DAVID SASSOLI, Europarlamentare Vice Presidente del Parlamento Europeo; LUIGI SCORDAMAGLIA, Presidente Federalimentare; ROBERTO MARSELLA, Investment Director CDP Equity – PAOLO DE CASTRO, Europarlamentare Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo ha dichiarato:

«C’è sempre un’errata concezione del rapporto tra innovazione e tradizione in agricoltura, come se fossero due aspetti contrapposti. In realtà in agricoltura dobbiamo guardare alle tradizioni come ad innovazioni ben riuscite. L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future ed esiste un chiaro nesso fra innovazione, produttività e sostenibilità.

Sviluppare soluzioni che combinano tutti e tre questi elementi consente agli agricoltori di produrre alimenti sicuri, sani e accessibili a tutti nel modo più sostenibile possibile. Le sfide che oggi l’agricoltura si trova a dover affrontare sono straordinarie: dai cambiamenti climatici alle difficoltà di produrre in territori con scarse risorse idriche; dall’aumento della popolazione al cambiamento delle diete per centinaia di milioni di individui che oggi hanno accesso a redditi più alti e orientano di conseguenza i loro acquisti alimentari. L’innovazione necessaria a vincere queste sfide non è solo nell’adozione di tecnologie digitali o nelle tecniche che consentono di creare nuove varietà vegetali, è anche nell’organizzazione e nella collaborazione degli agricoltori tra loro».

Ha concluso la mattinata di lavori Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti RICCARDO NENCINI:

«Dobbiamo investire molto nelle infrastrutture, soprattutto quelle dell’ultimo miglio che colleghino il ferro ai porti perché nei porti passa il 70-75 percento di merci italiane, e investire nel cargo aeroportuale per fare in modo che ci sia una grande piattaforma italiana tra Milano, Verona e i grandi porti dell’Adriatico – Venezia, Trieste fino a Ravenna – che catturi la possibilità di avere un ruolo molto importante per l’Italia all’interno della Via della Seta.

Per quanto riguarda gli investimenti tra pubblico e privato: «Gli investimenti cominciano a diventare importanti dopo un precipizio – calo del 32 percento – che si era aperto tra il 2008 e il 2014. Oggi cominciano a risalire soprattutto per quanto riguarda la viabilità su gomma e su ferro; grandi investimenti anche nei porti italiani. Per quanto riguarda gli investimenti privati, molto importanti le autostrade e la sinergia tra pubblico e privato».

 Presidente NUMBER1 Renzo Sartori

In primo piano il Viceministro Riccardo Nencini

 

Categorie: Comunicati Stampa

25/09/2017

19-10| ROMA – VENTI DI SFIDE

^4E619EE2A1D00660F0D3D3F985B1949000A616C3AAE3BF59C9^pimgpsh_fullsize_distr

Categorie: News

11/09/2017

Associated British Foods compra Acetum, leader balsamico Igp

Associated British Foods (Abf), quotato al London Stock Exchange, annuncia l’accordo per l’acquisizione di Acetum spa, principale produttore italiano di Aceto Balsamico di Modena Igp (Indicazione Geografica Protetta). Cesare Mazzetti rimarrà presidente, Marco Bombarda direttore del business. I marchi di Acetum includono Mazzetti, Acetum e Fini.

Acetum produce anche glasse balsamiche, aceto di vino e di mela e ha realizzato nel 2016 vendite per 103 milioni in oltre 60 paesi. Il completamento dell’operazione è al vaglio Antitrust in Germania e in Austria.

ANSA

Continua a leggere

Categorie: Grocery News

08/09/2017

Con «I Provenzali» scommessa biologica per il gruppo Mirato

Il gruppo Mirato di Novara, guidato dalla famiglia Ravanelli, acquisisce la linea di prodotti cosmetici “I Provenzali”. L’operazione ha interessato il 100% delle quote del gruppo Gianasso, uno dei principali operatori della grande distribuzione italiana nel settore della cosmetica naturale e biologica, con oltre 100 referenze. L’acquisizione riguarda sia la parte industriale – lo stabilimento di Genova e i suoi 50 addetti – sia quella commerciale.

Il Sole24Ore

Continua a leggere

 

Categorie: Grocery News

06/09/2017

Consorzio Casalasco acquista il marchio pomodoro De Rica

Il valore finanziario dell’operazione è “importante”, ma lo è altrettanto il valore strategico. Il Consorzio cooperativo Casalasco di Cremona, primo trasformatore in Italia e terzo in Europa nel pomodoro (marchio Pomì), ha comunicato l’avvenuta definizione degli accordi per l’acquisto di marchi e impianti De Rica. A vendere è la società Generale Conserve nel cui portafoglio c’è il marchio Asdomar (tonno), sede a Genova e impianti di lavorazione in Sardegna e Portogallo.

Il Sole24Ore

Continua a leggere

Categorie: Grocery News

28/07/2017

Fotogallery inaugurazione nuovo Hub di Isola Rizza

Categorie: News

25/07/2017

Video in time lapse della costruzione del nuovo HUB di Isola Rizza

Categorie: Eventi Number1

25/07/2017

INAUGURAZIONE ISOLA RIZZA

SERVIZIO RAI3 TGR VENETO

 

SERVIZIO TG TELEARENA

Categorie: Videointerviste

21/07/2017

INAUGURATO OGGI, IL NUOVO HUB «NUMBER1» NEL NORDEST: INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

 

30mila mq e un indotto  di 100 posti di lavoro per il nuovo Hub NUMBER1 Logistics Group ad Isola Rizza (VR)

 

INAUGURATO OGGI, IL NUOVO HUB «NUMBER1» NEL NORDEST: INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

 

Il Presidente  RENZO SARTORI: «Una presenza strategica nel Nordest, comparto tra i più importanti nel settore del Food & Grocery. Con questo nuovo Hub di Isola Rizza, configuriamo la  geografia di NUMBER1 a livello nazionale»

COMUNICATO  STAMPA

Isola Rizza, 21 luglio 2017

 

Inaugurato oggi, venerdì 21 luglio, il primo Hub di NUMBER1 Logistics Group del Nordest ad Isola Rizza (via Conche), il nuovo insediamento ad uso logistico di 30 mila mq costruito secondo le moderne normative edificatorie, in regime di risparmio energetico, eco compatibile e con attenzione all’utilizzo di energie rinnovabili. L’edificio, iniziato nel gennaio di quest’anno e terminato in tempi brevissimi, è inserito in un piano attuativo realizzato in accordo con l’Amministrazione Comunale di Isola Rizza, concreta opportunità di indotto economico per il paese.

Nel progetto, curato dall’ing. STEFANO BARBI, direttore dei lavori, si prevede anche la realizzazione di parcheggi, di aree verdi e di una colonnina di approvvigionamento di energia elettrica per le vetture private e per i futuri mezzi di trasporto aziendali che saranno ad energia rinnovabile. La superficie coperta è inferiore al limite massimo di edificabilità previsto dalla normativa di piano ed è suddivisa in un capannone industriale destinato a magazzino con annessi uffici e servizi. Nell’ottica di una armonizzazione dell’edificio industriale con il paesaggio e nel rispetto delle normative di sostenibilità eco ambientale è stata prevista una copertura con pannelli fotovoltaici che sarà destinata ai consumi dell’edificio in parte assorbiti dalle celle frigo e in parte dall’impianto di illuminazione. Di nuova concezione, studiato dal Progettista in stretta collaborazione con NUMBER1, anche l’impianto di illuminazione, realizzato anch’esso nel rispetto della sostenibilità e del risparmio energetico e secondo vari parametri di tinteggiatura interna e distribuzione dei lucernari; tutti i corpi illuminanti sono dotati di dispositivi in grado di dosare la luce in base alle stagioni pur mantenendo sempre i lux richiesti all’interno della struttura. Questo impianto di nuova concezione, consente l’abbattimento delle emissioni di CO2 di quasi la metà rispetto ad un impianto tradizionale. Tutta la struttura e le scaffalature sono antisismiche.

 

Grazie alla superficie complessiva pari appunto a 30 mila mq, questo nuovo insediamento  – ora di 22mila metri quadri al quale si aggiungeranno con la fine dell’anno gli ultimi 8 mila mq – si sviluppa su un territorio di 70mila mq, con 26mila mq adibiti a parcheggio e mille mq adibiti ad uffici. Potrà consentire a pieno regime lo stoccaggio di oltre 60 mila posti pallet confermandone l’importanza strategica per l’attività di NUMBER1 nel Nordest e nel panorama nazionale: assieme a quello di Bari, con questo nuovo Hub, NUMBER1 raggiunge infatti i 450mila mq di magazzini coperti e nell’insieme offrirà al Comune di Isola Rizza ed al territorio opportunità di posti lavoro per circa un centinaio di persone tra addetti alla movimentazione merci, mezzi e uffici.

 

«È giunto oggi il momento di ringraziare quanti hanno reso possibile e realizzato questo nostro nuovo Hub in un tempo brevissimo sia dal punto di vista tecnico che tecnologico – ha salutato i Presenti stamane il Presidente di NUMBER1 Logistics Group Ing. RENZO SARTORI –. Con questa realizzazione, che arriverà a 30 mila metri quadrati di estensione, si concretizza il Polo NUMBER1 del Nordest e, compresa l’apertura dell’Hub di Bari, si consolida il percorso di sviluppo della Azienda livello nazionale. Il Nordest  è strategico sia come punto di assorbimento delle merci sia per quanto riguarda la produzione nel settore del Food & Grocery: è una delle aree geografiche più importanti d’Italia. Grazie a questo nuovo insediamento si consolida la strategia di NUMBER1 che è quella di restare focalizzati nel settore del Food & Grocery, mettendo a disposizione dei clienti una capacità di stoccaggio distribuita sul territorio e con l’intento di proseguire nella strada dell’innovazione e, desidero sottolineare, anche della sostenibilità. Un percorso importante ed un traguardo che conseguiamo nel compimento dei vent’anni  dalla costituzione di NUMBER1 Logistics Group.»

 

Ringraziamenti ai quali è aggiunto anche SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza, Comune con 3.300 abitanti in provincia di Verona tagliato a metà dalla Statale Transpolesana: «Desidero prima di tutto portare i saluti e i ringraziamenti da parte dell’Amministrazione Comunale e della Comunità di Isola Rizza. Inauguriamo oggi un insediamento produttivo logistico che porterà lavoro e che speriamo creerà indotto nel nostro territorio, realizzato in pieno accordo e con l’appoggio dell’Amministrazione di Isola Rizza per offrire al paese una certa tranquillità e aprire speranze di migliore occupazione per i nostri concittadini.  Come sindaco mi sento orgoglioso di aver appoggiato la realizzazione di questo nuovo impianto in un’area che era già a destinazione industriale secondo il vecchio PRG degli anni Novanta, e ringrazio NUMBER1 Logistics Group per aver scelto Isola Rizza per questa nuova realizzazione,  e per l’attività di espansione che sta operando».

 

«La logistica intesa come gestione della supply chain sta dimostrando tutta la sua centralità nello sviluppo della competitività aziendale e da funzione di supporto alla produzione ha dimostrato di poter fare la differenza –  ha dichiarato nel suo saluto ai presenti MICHELE BAULI Presidente di Confindustria Verona –. Pensiamo ai processi di internazionalizzazione o all’e-commerce. Certo le infrastrutture del territorio sono fondamentali e in questo la nostra città offre asset di primo piano come la rete autostradale e ferroviaria, l’interporto, una solida base di risorse umane specializzate formate attraverso il LAST o il master in logistica dell’università senza di dimenticare i gli operatori di primo piano che sono presenti. Oggi con l’inaugurazione dell’Hub di NUMBER1 si aggiunge un altro importante tassello».

 

«Questa realtà che si è insediata ad Isola Rizza – ha dichiarato ELISA DE BERTI Assessore ai Lavori Pubblici Infrastrutture e Trasporti Regione del Veneto – è la conferma che la logistica è sempre in espansione non solo a livello nazionale, ma particolarmente qui in Veneto dove interessa le provincie di Verona, Vicenza e di Padova. Partecipare all’inaugurazione di nuovi insediamenti produttivi  e accogliere ditte che possono offrire lavoro ai cittadini è sempre un elemento assolutamente positivo e che rincuora in un periodo in cui tante realtà produttive  chiudono poiché la crisi ancora si sente. Personalmente do il benvenuto a NUMBER1 non solo nel territorio di Isola Rizza, ma anche in Veneto perché non dimentichiamo che questo Hub coprirà tutto il Nordest e dio questo noi siamo onorati».

 

 Inaugurazione Hub Isola Rizza-1

TAGLIO DEL NASTRO – Da sinistra ELISA DE BERTI, Assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti Regione Veneto; MICHELE BAULI Presidente Confindustria Verona; RENZO SARTORI, Presidente NUMBER1; SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza; DAVIDE VILLANI, Direttore Generale NUMBER1

Inaugurazione Hub Isola Rizza-2

Da sinistra SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza; ELISA DE BERTI, Assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti Regione Veneto; MICHELE BAULI Presidente Confindustria Verona; RENZO SARTORI, Presidente NUMBER1; DAVIDE VILLANI, Direttore Generale NUMBER1

Nuovo Hub Isola Rizza

HUB NUMBER1 ISOLA RIZZA, Via Conche, veduta dall’esterno

Categorie: Comunicati Stampa

19/07/2017

INAUGURAZIONE DEL NUOVO HUB DI ISOLA RIZZA

Inaugurata venerdì 21 luglio alle ore 10.30, ad Isola Rizza (via Conche) il primo Hub di NUMBER1 Logistics Group del Nordest, nuovo insediamento ad uso logistico di 30 mila mq costruito secondo le moderne normative edificatorie, in regime di risparmio energetico, eco compatibile e con attenzione all’utilizzo di energie rinnovabili. L’edificio è inserito in un piano attuativo realizzato in accordo con l’Amministrazione Comunale di Isola Rizza, concreta opportunità di indotto economico per il paese.

Rassegna Stampa

Il Gazzettino, 30 luglio 2017, pag.12

Logisticamente.it. 28 luglio 2017, online

Italfruit.net, 26 luglio 2017, online

IlSussidiario.net, 24 luglio 2017, online

Il Giornale della Logistica, 24 luglio 2017, online

Viaemilia.net, 24 luglio 2017, online

Veronasera, 22 luglio 2017, online

Euromerci, 22 luglio 2017, online

L’Arena, 22 luglio 2017, online

L’Arena, 22 luglio 2017, pag.9

Gazzetta di Parma, 22 luglio 2017, pag. 5

Gazzetta di Parma, 21 luglio 2017, online

L’Arena, 19 luglio 2017, pag. 9

Categorie: Rassegna stampa

Pagina 4 di 23« Prima...23456...1020...Ultima »