News

20/10/2017

IL PREMIO “IL LOGISTICO DELL’ANNO 2017”

Sezione Innovazione in Ambito Tecnologico va a NUMBER1 LOGISTICS GROUP PER IL PROGETTO “ALL IN” DEDICATO AL COPAKING

Milano, 20 Ottobre 2017, ore
Presso L’Auditorium Gio Ponti di Assolombarda (via Pantano 9 a Milano)

COMUNICATO STAMPA

Milano, 20 ottobre 2017

Assegnato a NUMBER1 Logistics Group oggi venerdì 20 Ottobre a Milano presso l’Auditorium GIO PONTI di Assolombarda in Via Pantano 9, il Premio “IL LOGISTICO DELL’ANNO 2017”  Sezione Innovazione in Ambito Tecnologico, organizzato da Assologistica, per il Progetto “ALL IN”.

Questo Premio rappresenta per NUMBER1 Logistics Group, leader italiano nella logistica integrata per i beni di largo consumo, la conferma della volontà di puntare sull’innovazione: l’azienda parmense infatti con forte convinzione ha investito nella Linea Robotizzata che gli ha valso il “Premio Logistico dell’Anno” della scorsa edizione. NUMBER1 è nuovamente protagonista nell’innovazione con il Progetto “ALL IN” che vede l’Azienda sostituirsi alle proprie committenti in quasi tutte le fasi del copacking (confezionamento). Esperimento già attivo con Mellin (azienda del gruppo Danone leader nell’alimentazione infantile) per cui il Progetto “ALL IN” gestisce tutti gli step relativi al repackaging: design, production (acquisto imballi), planning ed execution, lasciando solo la fase di creativity alla responsabilità della committente.

Tra i benefici ottenuti per Mellin, la riduzione dei costi complessivi di gestione, un decremento del livello di scorte di imballi, minori errori sugli ordinativi, vantaggi a livello di cash flow, riduzione dei componenti utilizzati grazie alla standardizzazione e ottimizzazione del processo.

«ALL IN è la proposta che NUMBER1 offre alle Aziende nel mondo del repackagingha commentato il Presidente di NUMBER1 Logistics Group RENZO SARTORI –. Grazie a questo progetto siamo in grado di seguire le aziende lungo tutto il percorso dalla progettazione all’acquisto di imballi e alla creazione e all’execution. Il Progetto “ALL IN” è stato già sposato con successo dalla Multinazionale MELLIN alla quale ha garantito notevoli vantaggi. Questo ci ha convinto che la strada dell’innovazione passa sicuramente per la tecnologia applicata all’automazione, ma soprattutto può aprire nuovi fronti sul versante dell’efficienza e della sostenibilità, riducendo costi, scorte imballi, e migliorando le nostre performance in termini di velocità ed efficienza. Con questo progetto quindi ci prefiggiamo di aumentare la produttività, di offrire più flessibilità ai nostri clienti e, contestualmente, garantire riconfezionamenti e servizi di elevata qualità».

“ALL IN” prevede in NUMBER1 la presenza di una “fabbrica del confezionamento”, che mediante l’automazione dei processi, consente una modellizzazione e standardizzazione dell’unità di copacking con un nuovo sistema di scheduling di reparto:  NUMBER1 punta a consolidare e ampliare questo progetto, in quanto si sposa ed è funzionale all’automazione nel repackaging, settore nel quale ha già investito realizzando la linea robotizzata con braccia antropomorfe per la creazione di espositori destinati alla Grande Distribuzione Organizzata.

Un altro investimento innovativo del quale questo Premio riconosce il valore e che conferma NUMBER1, player italiano leader nella logistica.

Cattura
Andrea Sacchi – Marketing Manager Number1 ritira il premio.

 

 

Categorie: Comunicati Stampa

19/10/2017

20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY

NUMBER1 A ROMA PER FESTEGGIARE I “PRIMI 20 ANNI” E COGLIERE LE NUOVE SFIDE DELLA LOGISTICA ALL’INSEGNA DELL’INNOVAZIONE E DELLA SOSTENIBILITA’.

SARTORI, Presidente di NUMBER1: «La sostenibilità è la sfida più grande per garantire futuro: un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Vice Ministro NENCINI: «Necessario investire nelle infrastrutture, in sinergia tra pubblico e privato».

On. DE CASTRO: «L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future; è chiaro il nesso con produttività e sostenibilità».

 

NOTA STAMPA

Roma – Camera di Commercio, 19 ottobre 2017

Dopo Napoli, Padova e Milano si è svolta stamani alla Camera di Commercio di Roma, la quarta tappa del Roadshow di NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della logistica integrata con il Convegno dal titolo «20/VENTI DI SFIDE: INNOVATION AND SUSTAINABILITY », occasione per celebrare i primi 20 anni di NUMBER1 ed insieme per riflettere sul futuro di una Logistica sempre più green. È stato il Presidente di  NUMBER1 Ingegner RENZO SARTORI, ad aprire l’appuntamento con i saluti ed i ringraziamenti ai presenti:

«Siamo qui – ha salutato il Presidente RENZO SARTORIperché NUMBER1 in questi “primi” vent’anni è diventata leader nel settore del Grocery con 600 mila metri quadri di magazzini in Italia, oltre 4.000 persone che vi lavorano, oltre 1.200 trasporti giornalieri e 55 punti di distribuzione, che si traducono in un fatturato di 260 milioni di euro, a copertura del 17 percento del mercato. Un patrimonio che abbiamo “ereditato” e che siamo tenuti a custodire e sviluppare. Per questo la nostra più profonda gratitudine va a quanti, prima di noi, l’hanno pensata, costituita, guidata e a quanti l’hanno traghettata lungo questi vent’anni, con il loro lavoro e con la stessa passione che anche noi mettiamo in campo ogni giorno. Essere qui oggi è stato per noi un momento di “festa”, ma soprattutto un momento di riflessione che ci consente di guardare al futuro per mettere a fuoco le sfide con le quali dovremo confrontarci. Vogliamo infatti continuare un percorso che è da sempre nelle corde di NUMBER1: rimanere nel proprio mercato, ma sempre più specializzati e soprattutto sostenibili. Perché un’impresa che cresce in modo sano e sostenibile è sorgente di benessere per tutta la società».

Dopo i saluti è stata la volta degli interventi di alcuni dei Clienti da vent’anni in partnership con l’Azienda: PAOLO BARILLA Vice Presidente BARILLA; MARIO PREVE Presidente RISO GALLO; PIERLUIGI BOLLA Amministratore Delegato VALDO SPUMANTI.

A seguire, è stata presentata la Relazione del Professor ALESSANDRO PEREGO Responsabile Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, dal titolo “Innovazione per la sostenibilità alimentare:  le nuove opportunità per il settore Food  e le future sfide di NUMBER1”.

«La domanda di partenza è una: Come si fa a non parlare di sostenibilità oggi? Un tema chiave di cui si parla da molto tempo – ha iniziato la sua relazione il Prof. Perego – ma chi se ne deve occupare? La risposta che danno i cittadini è: le istituzioni e le imprese. Non è quindi solo un problema solo delle istituzioni e le aziende lo comprendono: la sostenibilità è priorità strategica, non solo tema di filantropia, ma entra nella strategia aziendale si traduce in azioni. Questa è una consapevolezza sempre più chiara. E cambia anche il valore aziendale con i quale la si misura: entrano in gioco concetti come valori condivisi, capacità di mettere insieme indicatori di redditività, ma anche gli aspetti ambientali e sociali e anche capaci di misura dell’impatto sociale».

Partendo dalla Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile – programma d’azione articolato in 17 obiettivi per porre fine alla povertà, proteggere il Pianeta e garantire la prosperità di tutti – il Professor Perego ha articolato la sua relazione attraverso alcuni passaggi nodali:

La centralità del settore agroalimentare per la sostenibilità globale: nel 2050 saranno 9,6 miliardi gli abitanti della Terra per il cui sostentamento sarà necessario un aumento del 70 percento della produzione agricola, con uno sfruttamento già potenziato al massimo che ha gravemente danneggiato il 20 percento del suolo. La produzione di cibo contribuisce al cambiamento climatico per il 31 percento del totale delle emissioni, più del riscaldamento e dei trasporti. A fronte di questi dati allarmanti è evidente che le politiche agroalimentari e le strategie perseguite dalle imprese del settore giocano un ruolo sempre più di rilievo.

La sostenibilità deve sempre più divenire leva di competitività delle imprese agroalimentari: significa adottare politiche decisionali che considerino l’efficienza economica, la tutela dell’ambiente, l’attenzione alla ricadute sociali. Ne consegue che la sostenibilità deve diventare fattore integrato alla visione strategica dell’azienda, allargando i suoi confini alla revisione dei processi operativi e all’integrazione di pratiche innovative volte allo sviluppo di business interamente sostenibili. E lo strumento abilitante per giungere a questo traguardo è l’innovazione.

L’innovazione a servizio delle imprese per la sostenibilità agroalimentare. Queste la nuove sfide per le imprese del settore: nuove tecnologie “smart” per una logistica sempre più green; nuovi modelli di filiera corta e valorizzazione delle produzioni locali; nuovi processi e prodotti orientati alla Circular Economy; soluzioni di packaging sostenibile; modelli di riutilizzo e ridistribuzione delle eccedenze a fini sociali, considerando che 5,6 milioni di tonnellate di cibo rappresentano l’eccedenza alimentare e quindi lo spreco; programmi di sensibilizzazione e inclusione sociale.

A corollario della relazione sono stati inoltre presentati alcuni casi applicativi di innovazione per sostenibilità nel settore agroalimentare con particolare attenzione alle start up.

Durante la Tavola Rotonda, moderata dal Professor Alessandro Perego – alla quale hanno preso parte DAVID SASSOLI, Europarlamentare Vice Presidente del Parlamento Europeo; LUIGI SCORDAMAGLIA, Presidente Federalimentare; ROBERTO MARSELLA, Investment Director CDP Equity – PAOLO DE CASTRO, Europarlamentare Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo ha dichiarato:

«C’è sempre un’errata concezione del rapporto tra innovazione e tradizione in agricoltura, come se fossero due aspetti contrapposti. In realtà in agricoltura dobbiamo guardare alle tradizioni come ad innovazioni ben riuscite. L’innovazione è fondamentale per preparare l’agricoltura alle sfide future ed esiste un chiaro nesso fra innovazione, produttività e sostenibilità.

Sviluppare soluzioni che combinano tutti e tre questi elementi consente agli agricoltori di produrre alimenti sicuri, sani e accessibili a tutti nel modo più sostenibile possibile. Le sfide che oggi l’agricoltura si trova a dover affrontare sono straordinarie: dai cambiamenti climatici alle difficoltà di produrre in territori con scarse risorse idriche; dall’aumento della popolazione al cambiamento delle diete per centinaia di milioni di individui che oggi hanno accesso a redditi più alti e orientano di conseguenza i loro acquisti alimentari. L’innovazione necessaria a vincere queste sfide non è solo nell’adozione di tecnologie digitali o nelle tecniche che consentono di creare nuove varietà vegetali, è anche nell’organizzazione e nella collaborazione degli agricoltori tra loro».

Ha concluso la mattinata di lavori Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti RICCARDO NENCINI:

«Dobbiamo investire molto nelle infrastrutture, soprattutto quelle dell’ultimo miglio che colleghino il ferro ai porti perché nei porti passa il 70-75 percento di merci italiane, e investire nel cargo aeroportuale per fare in modo che ci sia una grande piattaforma italiana tra Milano, Verona e i grandi porti dell’Adriatico – Venezia, Trieste fino a Ravenna – che catturi la possibilità di avere un ruolo molto importante per l’Italia all’interno della Via della Seta.

Per quanto riguarda gli investimenti tra pubblico e privato: «Gli investimenti cominciano a diventare importanti dopo un precipizio – calo del 32 percento – che si era aperto tra il 2008 e il 2014. Oggi cominciano a risalire soprattutto per quanto riguarda la viabilità su gomma e su ferro; grandi investimenti anche nei porti italiani. Per quanto riguarda gli investimenti privati, molto importanti le autostrade e la sinergia tra pubblico e privato».

 Presidente NUMBER1 Renzo Sartori

In primo piano il Viceministro Riccardo Nencini

 

Categorie: Comunicati Stampa

21/07/2017

INAUGURATO OGGI, IL NUOVO HUB «NUMBER1» NEL NORDEST: INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

 

30mila mq e un indotto  di 100 posti di lavoro per il nuovo Hub NUMBER1 Logistics Group ad Isola Rizza (VR)

 

INAUGURATO OGGI, IL NUOVO HUB «NUMBER1» NEL NORDEST: INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

 

Il Presidente  RENZO SARTORI: «Una presenza strategica nel Nordest, comparto tra i più importanti nel settore del Food & Grocery. Con questo nuovo Hub di Isola Rizza, configuriamo la  geografia di NUMBER1 a livello nazionale»

COMUNICATO  STAMPA

Isola Rizza, 21 luglio 2017

 

Inaugurato oggi, venerdì 21 luglio, il primo Hub di NUMBER1 Logistics Group del Nordest ad Isola Rizza (via Conche), il nuovo insediamento ad uso logistico di 30 mila mq costruito secondo le moderne normative edificatorie, in regime di risparmio energetico, eco compatibile e con attenzione all’utilizzo di energie rinnovabili. L’edificio, iniziato nel gennaio di quest’anno e terminato in tempi brevissimi, è inserito in un piano attuativo realizzato in accordo con l’Amministrazione Comunale di Isola Rizza, concreta opportunità di indotto economico per il paese.

Nel progetto, curato dall’ing. STEFANO BARBI, direttore dei lavori, si prevede anche la realizzazione di parcheggi, di aree verdi e di una colonnina di approvvigionamento di energia elettrica per le vetture private e per i futuri mezzi di trasporto aziendali che saranno ad energia rinnovabile. La superficie coperta è inferiore al limite massimo di edificabilità previsto dalla normativa di piano ed è suddivisa in un capannone industriale destinato a magazzino con annessi uffici e servizi. Nell’ottica di una armonizzazione dell’edificio industriale con il paesaggio e nel rispetto delle normative di sostenibilità eco ambientale è stata prevista una copertura con pannelli fotovoltaici che sarà destinata ai consumi dell’edificio in parte assorbiti dalle celle frigo e in parte dall’impianto di illuminazione. Di nuova concezione, studiato dal Progettista in stretta collaborazione con NUMBER1, anche l’impianto di illuminazione, realizzato anch’esso nel rispetto della sostenibilità e del risparmio energetico e secondo vari parametri di tinteggiatura interna e distribuzione dei lucernari; tutti i corpi illuminanti sono dotati di dispositivi in grado di dosare la luce in base alle stagioni pur mantenendo sempre i lux richiesti all’interno della struttura. Questo impianto di nuova concezione, consente l’abbattimento delle emissioni di CO2 di quasi la metà rispetto ad un impianto tradizionale. Tutta la struttura e le scaffalature sono antisismiche.

 

Grazie alla superficie complessiva pari appunto a 30 mila mq, questo nuovo insediamento  – ora di 22mila metri quadri al quale si aggiungeranno con la fine dell’anno gli ultimi 8 mila mq – si sviluppa su un territorio di 70mila mq, con 26mila mq adibiti a parcheggio e mille mq adibiti ad uffici. Potrà consentire a pieno regime lo stoccaggio di oltre 60 mila posti pallet confermandone l’importanza strategica per l’attività di NUMBER1 nel Nordest e nel panorama nazionale: assieme a quello di Bari, con questo nuovo Hub, NUMBER1 raggiunge infatti i 450mila mq di magazzini coperti e nell’insieme offrirà al Comune di Isola Rizza ed al territorio opportunità di posti lavoro per circa un centinaio di persone tra addetti alla movimentazione merci, mezzi e uffici.

 

«È giunto oggi il momento di ringraziare quanti hanno reso possibile e realizzato questo nostro nuovo Hub in un tempo brevissimo sia dal punto di vista tecnico che tecnologico – ha salutato i Presenti stamane il Presidente di NUMBER1 Logistics Group Ing. RENZO SARTORI –. Con questa realizzazione, che arriverà a 30 mila metri quadrati di estensione, si concretizza il Polo NUMBER1 del Nordest e, compresa l’apertura dell’Hub di Bari, si consolida il percorso di sviluppo della Azienda livello nazionale. Il Nordest  è strategico sia come punto di assorbimento delle merci sia per quanto riguarda la produzione nel settore del Food & Grocery: è una delle aree geografiche più importanti d’Italia. Grazie a questo nuovo insediamento si consolida la strategia di NUMBER1 che è quella di restare focalizzati nel settore del Food & Grocery, mettendo a disposizione dei clienti una capacità di stoccaggio distribuita sul territorio e con l’intento di proseguire nella strada dell’innovazione e, desidero sottolineare, anche della sostenibilità. Un percorso importante ed un traguardo che conseguiamo nel compimento dei vent’anni  dalla costituzione di NUMBER1 Logistics Group.»

 

Ringraziamenti ai quali è aggiunto anche SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza, Comune con 3.300 abitanti in provincia di Verona tagliato a metà dalla Statale Transpolesana: «Desidero prima di tutto portare i saluti e i ringraziamenti da parte dell’Amministrazione Comunale e della Comunità di Isola Rizza. Inauguriamo oggi un insediamento produttivo logistico che porterà lavoro e che speriamo creerà indotto nel nostro territorio, realizzato in pieno accordo e con l’appoggio dell’Amministrazione di Isola Rizza per offrire al paese una certa tranquillità e aprire speranze di migliore occupazione per i nostri concittadini.  Come sindaco mi sento orgoglioso di aver appoggiato la realizzazione di questo nuovo impianto in un’area che era già a destinazione industriale secondo il vecchio PRG degli anni Novanta, e ringrazio NUMBER1 Logistics Group per aver scelto Isola Rizza per questa nuova realizzazione,  e per l’attività di espansione che sta operando».

 

«La logistica intesa come gestione della supply chain sta dimostrando tutta la sua centralità nello sviluppo della competitività aziendale e da funzione di supporto alla produzione ha dimostrato di poter fare la differenza –  ha dichiarato nel suo saluto ai presenti MICHELE BAULI Presidente di Confindustria Verona –. Pensiamo ai processi di internazionalizzazione o all’e-commerce. Certo le infrastrutture del territorio sono fondamentali e in questo la nostra città offre asset di primo piano come la rete autostradale e ferroviaria, l’interporto, una solida base di risorse umane specializzate formate attraverso il LAST o il master in logistica dell’università senza di dimenticare i gli operatori di primo piano che sono presenti. Oggi con l’inaugurazione dell’Hub di NUMBER1 si aggiunge un altro importante tassello».

 

«Questa realtà che si è insediata ad Isola Rizza – ha dichiarato ELISA DE BERTI Assessore ai Lavori Pubblici Infrastrutture e Trasporti Regione del Veneto – è la conferma che la logistica è sempre in espansione non solo a livello nazionale, ma particolarmente qui in Veneto dove interessa le provincie di Verona, Vicenza e di Padova. Partecipare all’inaugurazione di nuovi insediamenti produttivi  e accogliere ditte che possono offrire lavoro ai cittadini è sempre un elemento assolutamente positivo e che rincuora in un periodo in cui tante realtà produttive  chiudono poiché la crisi ancora si sente. Personalmente do il benvenuto a NUMBER1 non solo nel territorio di Isola Rizza, ma anche in Veneto perché non dimentichiamo che questo Hub coprirà tutto il Nordest e dio questo noi siamo onorati».

 

 Inaugurazione Hub Isola Rizza-1

TAGLIO DEL NASTRO – Da sinistra ELISA DE BERTI, Assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti Regione Veneto; MICHELE BAULI Presidente Confindustria Verona; RENZO SARTORI, Presidente NUMBER1; SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza; DAVIDE VILLANI, Direttore Generale NUMBER1

Inaugurazione Hub Isola Rizza-2

Da sinistra SILVANO BONINSEGNA, Sindaco di Isola Rizza; ELISA DE BERTI, Assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti Regione Veneto; MICHELE BAULI Presidente Confindustria Verona; RENZO SARTORI, Presidente NUMBER1; DAVIDE VILLANI, Direttore Generale NUMBER1

Nuovo Hub Isola Rizza

HUB NUMBER1 ISOLA RIZZA, Via Conche, veduta dall’esterno

Categorie: Comunicati Stampa

10/05/2017

LA TERZA TAPPA DEL ROADSHOW DI NUMBER1 LOGISTICS GROUP OGGI A MILANO

«La logistica integrata nel settore food&beverage: mercato ed esperienze a confronto»

LA TERZA TAPPA DEL ROADSHOW DI NUMBER1 LOGISTICS GROUP OGGI A MILANO

SARTORI, Presidente di NUMBER1: «Necessaria una cultura della Logistica; il rapporto con i clienti la vera fonte della nostra innovazione».

FROSI, Osservatorio del Politecnico di Milano: «Trend in crescita per la terziarizzazione nel settore logistico: digitalizzazione, trasparenza e informazione in tempo reale, il vero valore aggiunto».

VILLANI, Direttore Generale NUMBER1: «La vera innovazione sta nel cambiamento: Number1 investe nella Smart Logistic».

 

NOTA STAMPA

Milano-Fiere, 10 maggio 2017

Dopo Napoli e Padova, si è svolta stamani al TUTTOFOOD 2017 a Milano Fiere, la terza tappa del Roadshow di NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader nel settore della logistica integrata.

Il neo Presidente di NUMBER1 Ing. RENZO SARTORI ha aperto l’incontro dal titolo “La logistica integrata nel settore Food&Beverage: mercato ed esperienze a confronto” con un saluto ed un ringraziamento ai Relatori e ai presenti.

«Siamo qui – ha salutato il Presidente RENZO SARTORIperché NUMBER1 è leader nel settore del Grocery con 600 mila metri quadri di magazzini in Italia, oltre 2.500 dipendenti, oltre 1.200 trasporti giornalieri e 55 punti di distribuzione. Abbiamo la competenza e la capacità di parlare di logistica in questo settore e soprattutto, nell’incontro di oggi, abbiamo il desiderio di parlare di cultura della logistica, sia per la partnership che ci lega all’Osservatorio del Politecnico da molti anni, sia perché riteniamo fondamentale il rapporto con i nostri committenti, vera fonte della nostra innovazione, del miglioramento delle nostre competenze e della nostra capacità di stare sul mercato in maniera competitiva».

A seguire, la presentazione dei più recenti dati sul mercato della logistica attraverso l’analisi dell’Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano con un focus sul mondo del Food&Beverage coadiuvati dalle testimonianze sulle esperienze di terziarizzazione logistica di alcune aziende leader in questi settori e gli approfondimenti sui trend emergenti nell’attuale mercato della logistica in Italia.

Secondo i dati esposti nel suo intervento da DAMIANO FROSI Responsabile Relazioni Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, «Sono 95 mila le aziende di operatori logistici per un fatturato di 77,5 miliardi di euro per servizi di logistica, dei quali 44,6 miliardi rappresentano il fatturato dei committenti con un trend in crescita per la terziarizzazione, tra operatori logistici e gestori di magazzino. Un trend che sottende un messaggio forte: i committenti si attendono dalla logistica del futuro un fornitore che non sia solo in grado di offrire i servizi tradizionali, ma sempre più autonomo e capace di approccio strategico più evoluto. Già ora molti sono i servizi aggiuntivi richiesti all’operatore logistico quali il Co-packing, l’assemblaggio e la lavorazione del prodotto, il Customer Service, fino ad arrivare all’E-commerce: l’operatore di logistica sta sempre più diventando attore importante e di supporto alla azienda committente».

«Molti i benefici – ha proseguito Frosi nella sua analisi – quali la dematerializzazione e la digitalizzazione dei documenti di trasporto; le piattaforme collaborative con trasparenza e visibilità per i committenti; l’utilizzo degli Smarphone per le Logistics App che consentono una maggiore efficienza e velocità nella tracciabilità e nella veicolazione delle informazioni in tempo reale. Queste ultime rappresentano il vero valore, in sintesi, perché in grado di fornire produttività, efficienza e qualità.

Inoltre la logistica si sta avvicinando alle tecnologie green, come l’utilizzo di batterie al litio e i carburanti a metano liquido che iniziano ad avere un certo ritorno, negli anni, non come investimenti fine a se stessi, ma anche dal punto di vista economico.

Tra le criticità che vanno analizzate vi è ancora la complessità nella comunicazione dei sistemi, la rilevanza dei cambiamenti organizzativi nelle aziende e l’accompagnamento del personale nella introduzione delle nuove tecnologie. Questo è il livello superiore a cui tendere per rendere questi progetti realtà concreta».

Dopo la Tavola Rotonda nella quale quattro aziende hanno portato la loro esperienza – Silvia Barbieri (Supply Chain Director Lavazza), Maurizio Diegoli (Credit & Customer Service Conserve Italia), Alfredo Ferraresi (Supply Chain Director Gruppo Bauli) e Andrea Fontanella (Direttore Generale Oleificio Zucchi), i lavori sono stati conclusi da Davide Villani Direttore Generale di NUMBER1 che ha sottolineato: «L’innovazione è un processo difficile da catalogare e da gestire soprattutto nel settore della logistica, nel quale è difficile parlare di innovazione e investimenti. I clienti sono sempre più esigenti e ci costringono ad essere sempre più veloci nel cambiare e nel riadattarsi. Come NUMBER1 lavoriamo solo nel grocery, con prodotti e servizi omogenei e ci muoviamo in un mondo che conosciamo bene. Pensiamo che per cambiare qualcosa sia necessario conoscerla fino in fondo. Per questo ci siamo concentrati in questi ultimi anni nell’innovazione con la nuova linea robotizzata per affiancare il cliente nel co-packing; abbiamo attivato la nuova piattaforma web che favorisce e traccia tutte le nostre comunicazioni in tempo reale, progetto che andremo certamente a sviluppare nel nostro futuro. Conoscere per cambiare; innovare per migliorare, ecco le nuove sfide».

Categorie: Comunicati Stampa

27/04/2017

L’INGEGNER RENZO SARTORI NUOVO PRESIDENTE DI NUMBER1 E NUOVO VICEPRESIDENTE DI ASSOLOGISTICA

Due importanti nuove nomine per l’Ingegner RENZO SARTORI il quale, già Consigliere Delegato, è stato nominato Presidente di NUMBER1 Logistics Group, azienda parmense leader italiana nella logistica integrata e Vice Presidente di ASSOLOGISTICA, realtà associativa delle imprese di logistica, dei magazzini generali e frigoriferi, dei terminalisti portuali, interportuali ed aeroportuali.

Nato a Treviso e laureato a Padova in ingegneria, l’Ing. Renzo Sartori ha maturato le sue competenze nella logistica attraverso incarichi manageriali anche nel settore pubblico e diverse start-up. Come Presidente dell’Ente Autonomo Magazzini Generali di Padova, nei primi anni del 2000, ha seguito personalmente la creazione del meta distretto della logistica della Regione Veneto. Nel 2009 fonda con Gianpaolo Calanchi il Consorzio Sincro creando un nuovo modello di servizi per la logistica; nel 2010 dall’aggregazione del Consorzio con altre Società del settore logistico nasce il Gruppo Fisi – di cui oggi è presidente e socio – un progetto imprenditoriale avviato con l’obiettivo di creare un operatore logistico d’avanguardia specializzato nel Largo Consumo. Nel 2012 Il gruppo FISI acquisisce Number1 Logistics Group di cui è Consigliere Delegato e nuovo Presidente. Grazie all’esperienza maturata nel settore entra nel gruppo di lavoro dell’Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano, dedicato alla ricerca e all’innovazione del mercato italiano dell’outsourcing logistico analizzando nuovi ambiti di attività, l’andamento dei principali player e le soluzioni della tecnologia d’avanguardia nel settore. Attualmente è Presidente di NUMBER1 Logistics Group e Vice Presidente di Assologistica, oltre ad essere membro del direttivo nazionale di Anita.

→ Leggi il Comunicato Stampa – RENZO SARTORI, NOMINATO PRESIDENTE DI NUMBER1 LOGISTICS GROUP 

Leggi il Comunicato StampaRENZO SARTORI, Consigliere Delegato di NUMBER1 Logistics Group, nominato Vice Presidente di ASSOLOGISTICA

→ Leggi la RASSEGNA STAMPA

RENZO SARTORI_NUMBER1 - 2

Categorie: Comunicati Stampa

13/04/2017

RISPARMIO ENERGETICO ED ECO-COMPATIBILITÀ PER IL PRIMO HUB NUMBER1 NEL NORDEST

Operativo in estate il nuovo Hub NUMBER1 di Isola Rizza (VR)

RISPARMIO ENERGETICO ED ECO-COMPATIBILITÀ PER IL PRIMO HUB NUMBER1 NEL NORDEST

RENZO SARTORI di Number1: «Questo impianto necessario per ampliare il nostro business nel Triveneto»

SILVANO BONINSEGNA Sindaco di Isola Rizza: «Un insediamento produttivo che garantisce indotto economico al nostro Comune»

COMUNICATO STAMPA

Isola Rizza (VR), 11 aprile 2017

Nasce il nuovo Hub di NUMBER1 Logistics Group, leader nel settore della logistica integrata, a Isola Rizza in provincia di Verona (via Conche). Iniziato ai primi di gennaio di quest’anno, entro la fine di maggio vedrà ultimati i primi 10 mila metri quadrati di fabbricato, con il mese di giugno saranno invece completati altri 12 mila metri quadrati mentre, entro la fine del 2017 è previsto un ulteriore ampliamento di altri 8 mila metri quadrati per raggiungere un’estensione totale di 30 mila metri quadri.

Un nuovo insediamento ad uso logistico costruito secondo le moderne normative edificatorie, in regime di risparmio energetico, eco compatibile, con attenzione allo sviluppo all’utilizzo di energie rinnovabili. L’edificio è inserito in un piano attuativo, realizzato in accordo con l’Amministrazione Comunale di Isola Rizza, che prevede a completamento del sito la realizzazione di parcheggi, di aree verdi e di una colonnina di approvvigionamento di energia elettrica per le vetture private e per i futuri mezzi di trasporto aziendali che saranno ad energia rinnovabile.

«L’Hub di Isola Rizza – commenta RENZO SARTORI Consigliere Delegato di NUMBER1 – è assolutamente in linea con i progetti di sviluppo di NUMBER1. La strategia operativa dell’Azienda tende al consolidamento della sua presenza, con Hub e Transit Point, su tutto il territorio nazionale ed in particolar modo oggi nel Nordest dove è in crescita il nostro business. Per questo NUMBER1, operatore logistico specializzato nel settore Food&Grocery, ha deciso di essere presente nel territorio veronese, una zona di estrema rilevanza per il comparto agroalimentare e vinicolo e punto strategico di sviluppo per il gruppo».

«L’edificio ha una superficie coperta inferiore al limite massimo di edificabilità previsto dalla normativa di piano – spiega l’ingegner STEFANO BARBI che ha realizzato il progettoed è composta da un capannone industriale destinato a magazzino con annessi uffici e servizi. Nell’ottica di una armonizzazione dell’edificio industriale con il paesaggio e nel rispetto delle normative di sostenibilità eco ambientale abbiamo previsto una copertura con pannelli fotovoltaici che sarà destinata ai consumi dell’edificio in parte assorbiti dalle celle frigo e in parte dall’impianto di illuminazione. Con NUMBER1 abbiamo studiato e progettato questo nuovo impianto all’insegna della sostenibilità e del risparmio energetico con uno studio particolare appunto sull’impianto di illuminazione realizzato secondo vari parametri di tinteggiatura interna e distribuzione dei lucernari; tutti i corpi illuminanti sono dotati di dispositivi in grado di dosare la luce in base alle stagioni pur mantenendo sempre i lux richiesti all’interno della struttura. L’intero impianto di illuminazione quindi – prosegue l’Ingegner Barbi – può essere gestito in base alla presenza o no del personale all’interno dell’Hub.»

Un insediamento produttivo logistico che darà lavoro ad un centinaio di persone circa, destinato ad una movimentazione merci e mezzi, realizzato appunto in accordo con l’Amministrazione di Isola Rizza, Comune con 3.300 abitanti in provincia di Verona tagliato a metà dalla Statale Transpolesana: «Un insediamento produttivo come questo garantisce al paese una certa tranquillità –  spiega il sindaco di Isola Rizza SILVANO BONINSEGNA e apre delle speranze di migliore occupazione per i nostri concittadini. Speriamo che questo nuovo impianto, in un’area che era già a destinazione industriale secondo il vecchio PRG degli anni Novanta, crei un indotto per le strutture ricettive del nostro comune e che questa azienda possa dare respiro al paese».

Un’intesa che si è concretizzata subito tra NUMBER1 e Amministrazione Comunale perché, come ha sottolineato il Sindaco Boninsegna ­«abbiamo immediatamente colto il trasporto ecologico che ha animato NUMBER1 nella realizzazione di questo impianto; con la colonnina realizzata da NUMBER1 nell’Hub di Via Conche, anche ad uso di vetture private, raddoppieremo le installazioni di ricariche elettriche del territorio comunale. Di NUMBER1 ci è piaciuto l’approccio  teso a rispettare l’ambiente e il continuo lavoro che stanno facendo per lo sviluppo e l’innovazione, oltre al fatto che lavorando esclusivamente nel settore del Food e Beverage si integrano con il sistema economico del territorio.»

 

→ Leggi la RASSEGNA STAMPA

 

 isola rizza

Categorie: Comunicati Stampa

27/01/2017

“Il capitale umano è la vera risorsa della logistica 4.0″

RENZO SARTORI Consigliere delegato di NUMBER1 Logistics Group, al Convegno Nazionale CONTRACT LOGISTICS “Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze a confronto”  svoltosi oggi a Padova

«IL CAPITALE UMANO È LA VERA RISORSA DELLA LOGISTICA 4.0»

Puntare sulla persona, tra le sfide da cogliere nel prossimo futuro della Logistica

COMUNICATO STAMPA

Padova, 26 gennaio 2017

Questa in sintesi la tesi che RENZO SARTORI Consigliere Delegato NUMBER1, ha espresso al Convegno Contract Logistics sul tema “Ambiti di innovazione nella logistica: esperienze a confronto” organizzato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano con il Patrocinio di Confindustria Padova ­– svoltosi all’Hotel Sheraton di Padova oggi, giovedì 26 gennaio – a cui è intervenuto come relatore in qualità di Responsabile dei Rapporti con Università e Centri di Ricerca Assologistica.

«Pur dentro alle tematiche strategiche della logistica quali servizi avanzati, innovazione, multicanalità – sottolinea l’Ing. Renzo Sartori – l’altra metà del cielo è il tema delle risorse umane. L’offerta dei servizi logistici, e sottolineo la parola “servizi”, si basa comunque sulla capacità di gestire persone. E di questo si parla poco. Rendersi conto che il problema esiste e che non si può affrontare in maniera casuale è un passaggio di cruciale responsabilità che non possiamo delegare: noi dobbiamo far tesoro, prima di tutto, di una storia e di una cultura che all’interno di un patto fra le imprese e i lavoratori ha permesso a questo paese e a queste regioni di creare sviluppo e benessere per tutti».

Grande attenzione al “fattore umano” come risorsa per una evoluzione necessaria del settore della Logistica integrata quindi, in un momento storico in cui, come si evince dai risultati della ricerca illustrati durante il Convegno, il settore della Logistica conto terzi è in espansione con fatturati e margini in crescita. Il valore del fatturato delle aziende “italiane” di logistica conto terzi infatti, pari a 77 miliardi di euro nel 2014, registra una crescita sull’anno precedente dell’1,4 percento in termini reali con una ripresa trainata dall’aumento del traffico merci, dal continuo trend di crescita delle vendite all’estero (+2 percento in termini reali rispetto al 2013) e da una tiepida ripresa del PIL.

Attenzione che NUMBER1 – Top player nel settore della Logistica in Italia capace di raggiungere oltre 100 mila punti di consegna appartenenti alla GDO e ai canali specializzati food & beverage, generando un fatturato di circa 300 milioni di Euro – già da tempo riserva al proprio patrimonio umano, grazie a lungimiranti politiche di welfare attuate all’interno dell’azienda.

«Una attenzione alla persona, prima che al dipendente, pienamente condivisa da tutti gli attori che vi lavorano – ha concluso l’Ing. Renzo SartoriOggi dobbiamo ripartire da qui e nel contesto storico attuale bisogna avere la capacità di “integrare”, termine inteso nella sua accezione più nobile e dignitosa, quelle realtà e quelle persone che rappresentano oggi la nostra forza lavoro, attraverso progetti e servizi di welfare e azioni di  sostegno economico per rendere dignitoso il vivere e il quotidiano lavorare, pur all’interno di un reciproco rispetto delle diversità».

 

Per informazioni:

Ufficio Stampa NUMBER1: tel. 049.8076030; email: ufficio.stampa@number1.it

Categorie: Comunicati Stampa

22/11/2016

NUMBER1 A CENTROMARCA QUALE ESEMPIO DI ECCELLENZA NELL’OUTSOURCING STRATEGICO

Giovedì 24 novembre l’Azienda parmense presente a CENTROMARCA

NUMBER1 a Centromarca quale esempio di eccellenza nell’Outsourcing Strategico

Tra le eccellenze, la Linea Robotizzata Antropomorfa dedicata al confezionamento

COMUNICATO STAMPA

Parma, 22 novembre 2016

Giovedì 24 novembre 2016, nell’ambito delle Riunioni dei Corrispondenti per le Politiche Commerciali, presso l’Istituto Centrale delle Banche Popolari di Milano (Via del Verziere 11) organizzato da CENTROMARCA Associazione Italiana dell’Industria di Marca, NUMBER1 Logistics Group sarà presente quale esempio di eccellenza nella progettazione e nell’innovazione tecnologica applicata alla Logistica.

Molte le esigenze del Retailer, in ambito logistico, da soddisfare in questo momento storico ed economico: tempi di consegna più rapidi; nessuna interruzione di stock; frequenze di consegne più elevate; riduzione della dimensione degli ordini; esigenza di formati particolari per incentivare la vendita.

Tutte richieste che creano complessità, per rispondere alle quali entra in campo l’Operatore logistico quale attore che ha sviluppato, grazie alla sua esperienza e alla innovazione tecnologica, competenze specifiche per ottenere maggiore efficienza senza incrementare i costi. NUMBER1 Logistics, Operatore logistico altamente qualificato nell’Outsourcing Strategico, si mette a disposizione delle Aziende produttrici come interlocutore unico in grado di risolvere qualsiasi esigenza di distribuzione: non semplice fornitore di servizi, ma in grado di sviluppare soluzioni.

NUMBER1 infatti già da tempo si è concentrata su vari progetti di qualità nel campo dell’Outsourcing Strategico, ad esempio con l’attivazione di una linea robotizzata antropomorfa dedicata al confezionamento degli espositori per la grande distribuzione. La nuova linea robotizzata, presentata nel marzo 2016, si può definire “sartoriale”, in quanto pensata e realizzata da COMAU Robotics espressamente per le esigenze di NUMBER1. Il nuovo impianto è infatti in grado di automatizzare totalmente il processo di riconfezionamento, dalla formatura dei display box al riempimento degli stessi con i prodotti grazie all’utilizzo di braccia antropomorfe. Esempio di innovazione che diventa uno strumento concreto al servizio delle aziende Clienti che porta vantaggi importanti in termini maggiori velocità e flessibilità.

Oltre alla linea robotizzata, tra i servizi innovativi di logistica integrata, NUMBER1 offre con H24 l’apertura 24 ore su 24 dei propri punti di smistamento per fornire un servizio più veloce per la clientela; con NUMER1 On line, applicazioni mobile di facile accessibilità per garantire il controllo e la tracciabilità del trasporto e del percorso della merce in ogni sua fase compresa la tempestiva disponibilità della POD.

Investimenti innovativi di valore che confermano NUMBER1, player italiano leader nella logistica.

 

Per informazioni:

Ufficio Stampa NUMBER1: tel. 049.8076030; email: ufficio.stampa@number1.it

Categorie: Comunicati Stampa

22/11/2016

ANCHE QUEST’ANNO NUMBER1 SOSTIENE IL BANCO ALIMENTARE

Sabato 26 novembre, l’Azienda leader nel settore della logistica impegnata sul fronte della Solidarietà

ANCHE QUEST’ANNO NUMBER1 SOSTIENE IL BANCO ALIMENTARE

A carico della azienda parmense il costo dei padroncini per il trasposto degli alimenti e i volontari dell’azienda.

COMUNICATO STAMPA

Parma, 14 novembre 2016

Anche per quest’anno, NUMBER1, azienda parmense leader nel settore della logistica, si impegna accanto alla Fondazione Banco Alimentare Onlus per la Giornata dedicata alla Colletta Alimentare in programma per sabato 26 novembre 2016.

NUMBER1, fornirà i servizi per il trasporto delle eccedenze donate dalle aziende agroalimentari, della grande distribuzione e della ristorazione organizzata alla Rete Banco Alimentare, diffusa capillarmente su tutto il territorio nazionale.

L’obiettivo della collaborazione, ormai giunta al suo terzo anno, è abbattere i costi del trasporto e incrementare la distribuzione degli alimenti offerti alle oltre 8.000 strutture caritative convenzionate dal Banco Alimentare, che assistono oltre 1.900.000 indigenti e grazie alle quali sono state distribuite 88.159 tonnellate di cibo.

«Le statistiche confermano la sensazione di accresciuta povertà – afferma Gianpaolo Calanchi Amministratore Delegato di NUMBER1 –  segnalandoci che sono milioni le persone che in Italia non possono pranzare e cenare regolarmente. Parliamo di immigrati, di pensionati, di intere famiglie rimaste senza reddito per svariati motivi. Il Banco Alimentare da anni aggrega persone e realtà di estrazioni diversissime tra loro, per recuperare cibo da donare a chi non ne ha, ed è di fondo una società basata sul trasporto e il facchinaggio. E’ stato quindi per noi immediato cercare di collaborare con loro.»

Il Banco è una realtà nazionale che aggrega tante realtà Regionali. Per esempio: in Emilia Romagna, la Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna ONLUS (FBAER) sostiene 789 strutture caritative convenzionate, assiste quasi 140 mila persone in difficoltà, e solo nello scorso anno ha movimentato oltre 7 milioni e mezzo di alimenti. Questo grazie ad un centinaio di volontari e poche persone che seguono a tempo pieno l’attività della Fondazione che ha una sede ad Imola e un magazzino per lo stoccaggio all’interporto di Parma.

«Chi lavora a tempo pieno nel Banco  – prosegue Calanchi ogni  anno deve  inventarsi il modo di recuperare i soldi per il proprio  stipendio, e per i costi di gestione, attraverso attività di fund rising.  Infatti il Banco ha costi certi , per il recupero dei plt di prodotto dalle imprese, per lo  stoccaggio e per la distribuzione alle realtà che ne hanno bisogno, ma nessun ricavo certo, perché le Imprese che donano il cibo non pagano  per il trasporto,  e le opere di carità che lo ricevono non pagano per la consegna».

Per dare un aiuto concreto NUMBER1, sosterrà la colletta alimentare, che si terrà Sabato 26 Novembre, in 11.000  supermercati aderenti su tutto il territorio nazionale, e nello specifico in 128 punti vendita a Parma e provincia, dove Number1 ha la propria sede,  attraverso le seguenti modalità:

– Si farà carico del costo dei padroncini che verranno messi a disposizione dalla Azienda per tutta la giornata della colletta, sabato 26 novembre, per il recupero dei prodotti dai supermercati di Parma e Provincia e la consegna nel Magazzino del Banco all’Interporto;

– metterà a disposizione della colletta alimentare, i propri servizi di raccolta e navettamento al mero valore di costo per il restante territorio nazionale;

– Raccoglierà la disponibilità delle persone di NUMBER1 di Parma che volessero partecipare come volontari a uno dei turni di 2 ore che verranno organizzati davanti ai supermercati coinvolti nell’iniziativa.

«Siamo ben consapevoli che è una goccia nel mare del bisogno – conclude Gianpaolo Calanchi Amministratore Delegato di NUMBER1 – ma, come diceva Madre Teresa, ‘Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia di meno’».

Banco Alimentare  

Accanto alla operosa attività quotidiana di recupero di eccedenze alimentari da destinare ai più poveri del nostro Paese, Fondazione Banco Alimentare Onlus organizza ogni anno, l´ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Ormai giunta alla 20^ edizione, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è diventata un importantissimo momento di coinvolgimento e sensibilizzazione della società civile al problema della povertà alimentare attraverso l’invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi è povero. Durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati aderenti su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà. È un grande spettacolo di carità: l’esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una sovrabbondante solidarietà umana.

Chi è NUMBER1

NUMBER1, controllata dal Gruppo FISI – è la realtà leader in Italia nel settore della logistica specializzata nei settori del food and grocery e nella grande distribuzione. NUMBER1 è oggi il marchio unico di un player capace di raggiungere oltre 100 mila punti di consegna appartenenti alla gdo e ai canali specializzati food & beverage, generando un fatturato di circa 300 milioni di Euro. Controlla un network diretto che comprende 7 hub con poli di stoccaggio a Milano, Parma, Roma, Caserta, Catania, Cagliari e Verona e 25 piattaforme per 2.500 dipendenti complessivi tra diretti e indiretti impiegati in 55 strutture operative (inclusi magazzini di stabilimento) e 2.300 automezzi che costituiscono la flotta dei trasporti. Grandi numeri che permettono di gestire ogni anno più di 1,6 milioni di consegne.

Per informazioni:

Ufficio Stampa NUMBER1: tel. 049.8076030; email: ufficio.stampa@number1.it

Categorie: Comunicati Stampa

28/10/2016

Heinz Italia e Number1 Logistics Group festeggiano 15 anni di collaborazione

Comunicato Stampa

Nel mese di ottobre, l’anniversario di una partnership molto importante per Number1, leader italiano nella logistica integrata per i beni di largo consumo

 2001-2016, HEINZ ITALIA E NUMBER1 LOGISTICS GROUP FESTEGGIANO 15 ANNI DI COLLABORAZIONE

 Tanti i vantaggi di un rapporto così duraturo, a partire da una visione di lungo periodo che permette di superare le criticità di un mercato in continua evoluzione

Parma, 24/10/2016 – Number1 Logistics Group, leader italiano nella logistica integrata per i beni di largo consumo, festeggia i 15 anni consecutivi di attività congiunta con Heinz Italia, la multinazionale statunitense presente in oltre 200 paesi del mondo e in assoluto tra i maggiori produttori di salse, minestre, fagioli, e snack.

Un risultato molto significativo in un settore, come quello della logistica, in cui raramente si assiste a rapporti di collaborazione così duraturi, come ricorda Maurizio Bortolan, Sales and Operations Director di Number1 Logistics Group: “Essere scelti da un leader di mercato come Heinz ci entusiasma. Si tratta infatti di una partnership che abbiamo creato e sviluppato negli anni e che consolida Number1 come leader di riferimento nel suo settore, oltre ad offrirci la possibilità di crescere giorno dopo giorno insieme ad un partner di primissimo livello come Heinz”.

Lucas Sanches, Head of Supply Chain di H.J. Heinz Company, sottolinea come alla base di un rapporto così duraturo ci sia “la mentalità aziendale quasi comune, che ci ha permesso di creare le basi per un rapporto durevole e costruttivo. Successivamente l’orientamento al servizio e le necessità peculiari di Heinz, omogenee all’impostazione organizzativa di Number1, che ha permesso ad entrambe le aziende di sviluppare la propria mission e la capacità di adeguarsi ai cambiamenti, pur confermando la continuità”.

In questi 15 anni non sono mancate le criticità, che però sono state sempre superate grazie alla voglia di ottenere risultati comuni, come sottolinea Maurizio Bortolan di Number1: “Durante questo periodo le complessità da superare e organizzare sono state tantissime: altissimi periodi di sell out, organizzazione della tracciabilità a livello di pallet, sono solo alcuni esempi. La prima è stata superata organizzandoci per tempo, riducendo i rischi e progettando la più ampia flessibilità, in modo da creare una perfetta partnership basata sulla fiducia reciproca e sull’intento comune. Il secondo problema è stato ovviato con lo sviluppo dei sistemi in radiofrequenza e delle tecnologie correlate, come il voice speaking, che hanno permesso di migliorare nettamente la la tracciabilità e ridurre al minimo le differenze inventariali, arrivando, quindi, ad un WMS professionale che risponde alle necessità presenti e future”.

Dal 2001 a oggi infatti gli scenari di mercato sono cambiati molto, così come sono cambiate anche Heinz e Number1: “Heinz è cambiata moltissimo in questi 15 anni e, di conseguenza, N1 è cambiata con noi – ricorda Lucas Sanches -. Tante attività che erano state organizzate con fatica e professionalità sono state nel tempo cedute, come ad esempio Heinz food service, Tonno Mareblu ecc. Tali sforzi hanno inevitabilmente portato ad una crescita comune, ad un miglioramento delle interfacce e delle procedure, permettendo un consolidamento dei processi e una grande flessibilità”.

Importante sottolineare anche i vantaggi commerciali di una collaborazione così consolidata, vantaggi come la stabilità dei costi e delle performance, o la definizione dei processi e procedure, ad esempio. Vantaggi reciproci per entrambe le aziende che hanno potuto in questo modo essere sempre in una situazione di vantaggio verso i competitor durante i vari tender che sono stati tenuti in un questi 15 anni. L’obiettivo infatti è sempre stato quello di orientare la collaborazione alle necessità di servizio ed efficienza nel medio e lungo periodo, e non a resistere arroccandosi su posizioni senza prospettiva.

“Number 1 Logistics Group si è rivelata in questi 15 anni un’azienda solida di grandi professionisti – conclude Lucas Sanches –, che operano per ottenere un continuo miglioramento di performance e costi. Organizzata e flessibile, in modo da essere pronta ad adeguarsi alle richieste dei clienti in situazioni spesso apparentemente proibitive.

Lavorare per un’azienda di prestigio come Heinz in continua ricerca dell’eccellenza per noi è molto stimolante – sottolinea Maurizio Bortolan di Number1. L’innovazione tecnica e di processo è per noi parte integrante della nostra mission (ultimo esempio nuovo reparto robotizzato per repacking) e collaborare con aziende sensibili all’innovazione come Heinz ci permette di poter implementare le nostre idee.”

Chi è Number 1

Number 1, controllata dal Gruppo FISI – è la realtà leader in Italia nel settore della logistica specializzata nei settori del food and grocery e nella grande distribuzione. Number 1 è oggi il marchio unico di un player capace di raggiungere oltre 100 mila punti di consegna appartenenti alla gdo e ai canali specializzati food & beverage, generando un fatturato di circa 300 milioni di Euro. Controlla un network diretto che comprende 7 hub con poli di stoccaggio a Milano, Parma, Roma, Caserta, Catania, Cagliari e Verona e 25 piattaforme per 2.500 dipendenti complessivi tra diretti e indiretti impiegati in 55 strutture operative (inclusi magazzini di stabilimento) e 2.300 automezzi che costituiscono la flotta dei trasporti. Grandi numeri che permettono di gestire ogni anno più di 1,6 milioni di consegne.

 

Chi è Heinz Spa

Heinz Italia è la branch italiana leader nel campo della sana alimentazione di proprietà del colosso multinazionale H. J. Heinz Company, che rappresenta oggi in Italia l’azienda alimentare per eccellenza, impegnata nella ricerca e nello sviluppo di prodotti dietoterapeutici innovativi, nel costante rispetto delle esigenze dei consumatori. Fondato nel 1869 a Pittsburgh (USA), il Gruppo Heinz si è progressivamente sviluppato in tutto il mondo ed oggi produce e commercializza differenti prodotti in più di 200 paesi. In Europa Heinz è presente in 17 paesi (Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Russia, Spagna, Svezia e Ungheria). Le 50 società Heinz hanno marchi che detengono il primo e il secondo posto nei rispettivi mercati, negli oltre 200 paesi in cui sono presenti.

Categorie: Comunicati Stampa

Pagina 1 di 212